ECOBANK®, anche i vuoti sono pieni di valore

In Piemonte è nato ECOBANK® il nuovo sistema che permette di realizzare la raccolta differenziata di contenitori per bevande. Plastica, Pet trasparente o colorato, alluminio e acciaio sono i materiali raccolti. Contribuendo alla raccolta si riceve un bonus in Euro spendibile nei negozi e supermercati convenzionati con l’iniziativa.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Salvina Elisa Cutuli

plastica riciclo raccolta differenziata
ECOBANK®, il sistema evoluto per la raccolta differenziata dei contenitori per bevande
Una delle grandi conquiste dello sviluppo socio-economico e di una società basata sul consumismo e sullo spreco è la grande produzione di rifiuti procreati dall’uomo. Le grandi emergenze rifiuti scoppiate l’anno passato in Campania e di recente a Palermo hanno messo in luce una realtà che sussiste da tempo, ma che ormai non è più possibile occultare: l’enorme mole di rifiuti appunto.

A tal proposito sono state diverse le iniziative avviate per riequilibrare il problema e ristabilire un certo ordine all’interno delle città colpite e non solo. Tra le tante idee valide applicate ancora prima delle varie emergenze, la più conosciuta e senz’altro facile da applicare è la raccolta differenziata. Riutilizzare i rifiuti dalla carta alla plastica contribuisce a restituirci e a conservare un ambiente più ricco e più sano.

È proprio a questo scopo che è nato ECOBANK®, il sistema evoluto per la raccolta differenziata dei contenitori per bevande. Ancora purtroppo limitato ad una provincia della regione Piemonte, attraverso questo metodo è possibile differenziare e compattare i rifiuti in base alla tipologia (plastica, Pet e alluminio) e in base al colore (pet trasparente e colorato), raccogliendoli in contenitori interrati.

ECOBANK® ricicla quindi solo bottiglie di plastica (PET) trasparente e colorata per bevande con l’etichetta, non schiacciate e vuote, e lattine in alluminio e acciaio, sempre per bevande, anche queste vuote e non schiacciate.

Attraverso questo sistema viene garantita la qualità e il riciclo al 100% dei materiali raccolti. Inoltre, riportando nei punti ECOBANK® più vicini le bottiglie di plastica e le lattine di alluminio, si può contribuire personalmente all’abbattimento dei costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il metodo promosso da ECOBANK® ha, dunque, una doppia resa, perché oltre ad eliminare i già citati ed elevati costi dei servizi di raccolta e di selezione negli impianti di recupero, premia coloro i quali adottano questa nuova modalità di raccolta differenziata. Infatti, depositando le bottiglie di plastica e le lattine vuote in un punto ECOBANK® si riceverà un “bonus” in Euro che potrà essere speso nei negozi e nei supermercati convenzionati con il sistema (l’elenco dei negozi che partecipano all’iniziativa si trova sul luogo stesso).

Riportando dunque i vuoti quando si va a fare la spesa non solo si compie un atteggiamento responsabile e attento nei confronti dell’ambiente, perché si utilizza la macchina una sola volta e si riduce traffico e inquinamento, ma si ha la possibilità di risparmiare in termini economici.

Ogni nostra azione, infatti, anche quella più comune o banale, produce inquinamento, dal leggere un giornale al bere un’aranciata. Ogni giorno nel mondo si stampano milioni di pagine di giornali, vengono costruite milioni di bottiglie in plastica o lattine in alluminio e molto altro ancora. Questo significa che milioni di alberi vengono abbattuti, che milioni di litri di petrolio vengono consumati e che milioni di Kg di CO2 vengono immessi nell’atmosfera.

Nel vortice delle vite frenetiche che conduciamo non abbiamo modo di pensare a queste cifre o di consapevolizzare cosa ci sia dietro un nostro semplice gesto, il che è anche legittimo. Niente o quasi niente nella nostra società ci abitua ad un atteggiamento riflessivo dei nostri comportamenti che diventano meccanici, automatici e ripetitivi.

Capire l’importanza di ogni nostro singolo gesto è l’atto iniziale per realizzare qualsiasi cambiamento, grande o piccolo che sia, e imparare a rispettare chi ci ospita da milioni di anni.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
L'Italia Sotto i Rifiuti

L volume affronta il tema sempre più urgente e scottante dello smaltimento dei rifiuti in italia. l'italia...
Continua...
Ecoballe

Napoli, quattordici anni di emergenza. rifiuti a ogni angolo di strada. politici nel mirino. costi alle...
Continua...
Campania Infelix

"dio ricicla, il diavolo brucia." ? paul connett docente di chimica ambientale, st. lawrence university, ny...
Continua...
Biutiful Cauntri - Libro + DVD

Una camorra dai colletti bianchi, imprenditoria deviata e istituzioni colluse. 1.200 discariche abusive, un...
Continua...
5 Novembre 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
18/12/09 04:20, Rita ha scritto:
ECOPACK: RISPARMIARE CON LA PLASTICA
Per offrire a tutti i soggetti coinvolti nel ciclo dei rifuti un prodotto utile, economico, semplice da utilizzare e gradevole a vedersi è nato il mini-compattatore domestico ECOPACK (www.afhydraulics.com), brevettato, ecologico per i bassissimi consumi energetici che richiede e completamente FATTO IN ITALIA. Vediamone in sintesi i vantaggi:
 PER IL COMUNE: riduzione dei volumi di bottiglie, flaconi, scatolette, lattine, contenitori in Tetrapak = riduzione dei costi di raccolta e delle emissioni di CO2 = possibilità di riduzione della tariffa rifiuti a carico dei cittadini eventualmente incentivando la raccolta delle plastiche qualitativamente più remunerative;

 PER I CITTADINI: riduzione degli ingombri dei materiali oggetto di raccolta differenziata che spesso costituiscono un notevole disagio, specialmente per chi vive in piccoli appartamenti, magari privi di balconi o di garage dove posizionare i contenitori per la differenziata; incentivazione alla differenziazione ed al riciclo di tutti quegli imballi che possono vivere una seconda vita, possibilità di pagare meno attuando semplicemente una raccolta consapevole e di qualità;


 PER L'ENTE INCARICATO DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI: meno volume = più peso = meno viaggi = drastica riduzione dei costi e possibilità di migliorare la qualità della raccolta riducendo di conseguenza gli scarti generati dalle attività di selezione e trattamento, mantenendo inalterato il valore della plastica di qualità; una gestione più razionale della raccolta = contenimento dei costi.

 PER L’AMBIENTE E L’ECONOMIA: un ausilio concreto ad andare nella direzione del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile: per ogni tonnellata di plastica avviata al riciclo come materia prima secondaria si evita la produzione di circa 3 tonnellate di CO2 equivalenti rispetto all’incenerimento, si incrementa l’approvvigionamento sostenibile di materie prime di origine europea, si evitano i costi e l’inquinamento derivanti dall’estrazione, dal trasporto e dalla trasformazione del petrolio necessario alla produzione di materie plastiche vergini andando quindi nella direzione indicata dal protocollo di Kyoto e dalle direttive emanate dalla Comunità Europea.
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Rifiuto Riduco e Riciclo per Vivere Meglio

Dall'emergenza rifiuti in Campania alla verità sugli impianti di incenerimento. Dalla raccolta...
Continua...
Il Girone delle Polveri Sottili

Frammenti di un filtro chirurgico comunemente installato nella vena cava dei malati di tromboembolia...
Continua...
Smaltire e Riciclare i Rifiuti

Ti sei mai chiesto che cosa succede a quello che buttiamo nella spazzatura e nei cassonetti della raccolta...
Continua...
Ecoballe

Napoli, quattordici anni di emergenza. Rifiuti a ogni angolo di strada. Politici nel mirino. Costi alle...
Continua...
Dove lo Butto?

Un libro divertente e ricco di illustrazioni che spiega ai più piccoli come contribuire al benessere...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
TERRANAUTA TV
Rifiuti: adesso sono risorse
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità