Guarigione come Crescita

Smaterializzarsi nello specchio... Provare per credere

“Ed ecco che, lentamente, l'immagine riflessa inizia a tremolare, poi letteralmente a dissolversi…” Questo è un assaggio dell’incredibile esperienza che alla fine della One experience si vive durante la smaterializzazione del proprio volto nello specchio. Una prima reale verifica dell'illusorietà della realtà ordinaria…

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Giancarlo Tarozzi

picasso ragazza davanti allo specchio
Smaterializzare l'immagine del proprio volto è un'esperienza che viene vissuta nelle fasi finali della One, e ha la caratteristica di funzionare sempre e comunque, per tutti i partecipanti
Prendo spunto da un commento al mio precedente articolo sulla possibilità di percepire altri aspetti della realtà, parlando in questo caso dell'esperienza della smaterializzazione della propria immagine nello specchio nella One Experience.

La One Experience, come ho già avuto occasione di spiegare in altri articoli di questa rubrica a cui rimando chi fosse interessato, è un "viaggio" di nove giorni nel quale si ha l'opportunità di fare piazza pulita di tutti i condizionamenti e gli schemi accumulati nel corso della propria esistenza nelle varie aree della propria vita: nascita, morte, sessualità, paure, eccetera.

Le strutture che costituiscono la One Experience non vengono descritte per non permettere alla mente di prepararsi a "sterilizzarle" interpretandole esclusivamente con la parte razionale.

Come dice il termine, si tratta di una esaltante "esperienza" di pulizia totale.

Ma l'unica struttura, potremmo anche definirla Rituale, della one Experience che viene in qualche modo descritta e proprio la smaterializzazione della propria immagine riflessa nello specchio.

Perché?

Perché è un'esperienza che viene vissuta nelle fasi finali della One, e ha la caratteristica di funzionare sempre e comunque, per tutti i partecipanti, proprio in conseguenza della pulizia (potremmo definirla una vera e propria "pulizia di Pasqua") vissuta dai partecipanti nei giorni precedenti.

Già nello scorso articolo, invitandovi a osservare l'immagine della ballerina che ruota, ho accennato come siano gli schemi, le abitudini incrostate nella mente a limitare e spesso determinare una visione ristretta della realtà.

Questo, in particolare, vale per chi vive una vita ripetitiva, schematica, e passa gran parte del suo tempo a "dormire" ripetendo gesti ed esperienze fin troppo conosciute e rassicuranti.

Quando, invece, in un'esperienza come la One Experience si riassapora il sapore della propria libertà interiore, del proprio potere personale, ecco che i confini della mente diventano più sottili, ed è possibile scegliere di andare oltre. E senza bisogno di assumere alcun tipo di sostanze allucinogene o piante maestre...

Che cosa avviene, allora, nell'esperienza dello specchio?

Al di là dei dettagli tecnici, quello che posso dirvi è che seguendo le istruzioni, si inizia ad osservare la propria immagine riflessa in uno specchio posto a poco più di mezzo metro di distanza.

Ed ecco che, lentamente, l'immagine riflessa inizia a tremolare, poi letteralmente a dissolversi. Per molti partecipanti alla One Experience è una prima reale verifica dell'illusorietà della realtà ordinaria: l'immagine della stanza rimane, quello del proprio volto scompare lentamente, un po' come il gatto di Alice nel paese delle meraviglie.

Ma questo non è il punto di arrivo, è il punto di partenza. Nel seguito dell'esperienza ecco che al posto della propria immagine quotidiana, nello specchio iniziano a comparire alte immagini che possono essere legate a questa vita, o magari a esperienze passate o future... in questo contesto, scendere nei particolari non avrebbe molta utilità ma rimane il fatto che rendersi conto che da soli, senza - lo ripeto - assumere nessun tipo di sostanze psicotrope, senza far ricorso a niente di "strano" è possibile ottenere un contatto estremamente intimo con altri aspetti di quello che si é.

Per i partecipanti alla One Experience, quest'esperienza, tra altre, è una conferma reale ed immediata del lavoro che si è compiuto nelle fasi precedenti, nel fatto che non si sta "sognando" ma che realmente qualcosa del proprio rapporto con gli schemi e le limitazioni della propria mente è cambiato per sempre: si è fatto un grande passo verso la propria Libertà.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
One Experience

La one experience© é un viaggio entusiasmante che ti permetterà di ritrovare te stesso e le tue radici, fino...
Continua...
Reiki - Dal primo al terzo Millennio + CD

Dopo circa quindici anni di pratica ed insegnamento di reiki, l'autore fa il punto della situazione su questa...
Continua...
Caccia all'Anima

Una tecnica diffusa nelle tradizioni più antiche che aiuta il ricercatore a riportare a galla frammenti di...
Continua...
Videocorso di reiki - VHS


Continua...
5 Luglio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
2 lettori hanno commentato questo articolo:
17/8/09 02:56, michele ha scritto:
Ma come fare a iscriversi? e dove?

grazie
8/7/09 17:05, Elena ha scritto:
... ricordo ancora molto vividamente la fine della mia One Experience!... un pò di anni fa. Dopo anni per me rimane l'esperienza più intensa nella mia crescita di essere umano.
Dopo nove giorni di trasformazioni continue, per la prima volta nella mia vita mi sono sentita davvero leggera e libera da pensieri.
Rileggere dell'esperienza dello Specchio, Giancarlo, mi ha commosso! Quello che ho visto nel mio specchio, quando il mio viso è sparito, è stato per me molto molto importante ed ancora adesso mi arrivano nuovi spunti per capire fino in fondo...
Sono contenta di scoprire che porti ancora avanti quell'esperienza. Per me è stata una gioia condividerla con altri...auguro a tanti altri di viverla!
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PERCHÉ QUESTA RUBRICA
In questa rubrica troverete esperienze di crescita, riflessioni scaturite dal contatto con Luoghi di Potere e personaggi che propongono e trasmettono tecniche antichissime, ma la bussola che ci guiderà sarà sempre il recupero dell'equilibrio interiore e dell'armonia con l'ambiente di cui facciamo parte.
RUBRICA A CURA DI...
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Reiki - Dal primo al terzo Millennio + CD

Dopo circa quindici anni di pratica ed insegnamento di reiki, l'autore fa il punto della situazione su questa...
Continua...
Caccia all'Anima

Una tecnica diffusa nelle tradizioni più antiche che aiuta il ricercatore a riportare a galla frammenti di...
Continua...
La Malattia non Esiste - Una sfida quantistica per la guarigione

Dopo anni di ricerche e pratica clinica l'autrice ha elaborato un metodo terapeutico che integra l'approccio...
Continua...
Il Calice e la Spada

«è realisticamente possibile il passaggio da un sistema di guerre incessanti, di ingiustizia sociale e di...
Continua...
Il libro nero del cristianesimo

Papa woytila ha compiuto un gesto storico: chiedere perdono per i crimini compiuti dalla chiesa cattolica...
Continua...
Ma che... Bip... Sappiamo Veramente? What the Bleep do We Know?

Centinaia di anni fa, la scienza e la religione si sono separate, diventando antagoniste nel grande gioco...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità