Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
Parola chiave cercata cellulari
Gran Bretagna, Olanda e Paesi Scandinavi danno il via ad un nuovo approfondito studio sulla connessione tra uso del telefono cellulare e malattie celebrali. COSMOS, questo il nome del progetto che coinvolgerà 250000 volontari (sani) e che monitorerà costantemente le abitudini telefoniche e lo stato di salute di questi ultimi per i prossimi 20 o 30 anni. di Virginia Greco - 3/5/10
L’elettrosensibilità è una malattia. Ad affermarlo, contro l’opinione di istituzioni e multinazionali del telefonino, è il Professor Olle Johansson che, da oltre 20 anni, studia il fenomeno. La Svezia ha risposto all’allarme del professore, altri paesi stanno valutando se riconoscerne il lavoro e prendere provvedimenti. L’Italia, ancora una volta, sembra ferma al palo. di Andrea Boretti - 28/4/10
Lo squillo di un cellulare, spesso, ci allontana da quanto avviene realmente intorno a noi. Se da un lato siamo in contatto con il resto del mondo, dall'altro stiamo perdendo sempre di più l'emozione del momento vissuto. Il display di un cellulare o di un blackBerry, di un televisore o di un laptop, sono i filtri attraverso cui guardare e scoprire il mondo, in tutte le sue manifestazioni. Dove sono finite le emozioni umane? di Bruno De Domenico - 3/3/10
Un buono-acquisti ed un albero in cambio del tuo vecchio cellulare. Si chiama EcoATM (letteralmente “bancomat ecologico”), viene dal Nebraska, ed è l’ultima soluzione al problema dello smaltimento dei telefonini fuori uso o, più spesso, fuori moda. Ecco di cosa si tratta... di Alessandra Profilio - 6/12/09
Mentre la Francia proibisce l'uso dei cellulari nelle scuole, la Provincia di Roma copre con il wi-fi e tante onde elettromagnetiche il territorio romano. Un progresso tecnologico dannoso per la nostra salute e soprattutto per quella dei bambini, secondo i ricercatori dell’Università dello Utah. di Andrea Boretti - 1/12/09
I telefoni cellulari possono avere rivoluzionato il modo in cui comunichiamo, ma abbiamo mai pensato a cosa comporta la produzione (e lo smaltimento) di tali aggeggi? Per l’accaparramento di risorse quali il coltan sono in corso da anni guerre che hanno portato all’uccisione di oltre tre milioni di persone. E un italiano, in media, possiede due cellulari, più qualche vecchio modello (funzionante) nel cassetto… di Andrea Bertaglio - 20/7/09
Diffuso da pochi anni il Wi-Fi passa già di moda, almeno in Francia. Il paesino francese Hérouville-Saint-Claire, infatti, elimina dalle scuole la rete senza fili. Forse sarà anche uno dei primi villaggi a ridurre a un decimo le emissioni elettromagnetiche delle antenne per cellulari. di Elisabeth Zoja - 10/6/09
Secondo quanto emerso da una ricerca di Altroconsumo, il settore della telefonia mobile è ancora ben lontano da una rivoluzione verde. L’associazione dei consumatori ha analizzato 19 modelli al fine di valutarne la presenza di sostanze nocive, il consumo di energia e la possibilità di essere riciclati. Ecco i risultati… di Alessandra Profilio - 5/5/09
L’ampissima diffusione dei telefoni cellulari e dei dispositivi in tecnologia senza fili ha comportato il notevole incremento delle onde elettromagnetiche alle quali siamo costantemente esposti. Quali i rischi per la salute? Non si ha ancora una risposta univoca. Nel frattempo il Parlamento Europeo invita la Commissione Europea e gli Stati membri a varare leggi nel segno del principio di precauzione. di Virginia Greco - 21/4/09
Pratico, economico ed ecocompatibile: ecco il caricabatterie del futuro. Sotto la spinta dell’Unione Europea, le aziende leader della telefonia mobile hanno firmato a Barcelona, nel corso del World Mobile Congress, un accordo che le impegna a realizzare entro il 2012 un alimentatore universale. di Alessandra Profilio - 18/2/09
La decisione è stata presa in seguito ai dati scientifici rispetto alle gravi patologie cui sono esposti i bambini che ricorrono ad un uso abituale del cellulare, primo fra tutti il rischio di sviluppare nel lungo periodo alcuni tipi di tumore al cervello. di Valerio Pignatta - 14/1/09