Legambiente

Il Senato approva le aranciate senza arance

Legambiente si appella ai deputati: “ Bloccate l’emendamento truffa consumatori”. Questa la richiesta dell’associazione ambientalista a seguito dell’approvazione da parte del Senato di finte bevande naturali dannose per i consumatori.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

aranciata
Il Senato ha approvato un emendamento che consente di produrre aranciate senza arance
“I deputati blocchino alla Camera la truffa autorizzata dal Senato”. Legambiente si appella agli Onorevoli affinché impediscano la legalizzazione della truffa delle finte bevande naturali ai danni dei consumatori.

“E’ ridicolo - afferma Legambiente - che in un momento difficile come questo, in cui l’Italia può e deve giocare la carta della valorizzazione della genuinità e della sicurezza alimentare che da sempre la caratterizzano e la distinguono dagli altri paesi, si arrivi ad approvare un emendamento che invece la omologherebbe ai peggiori esempi internazionali per indifferenza e incuria nel settore alimentare”.

“Quale concreta utilità - continua Legambiente - può avere questo infelice emendamento se non quella di confondere colpevolmente i consumatori, spalancando le porte alla commercializzazione di prodotti di scarsa qualità?

Francamente non si comprende quali vantaggi potrebbe ricavarne il nostro paese, mentre sono chiari ed evidenti tutti i motivi per dire no a questo tentativo dell’Unione Europea di svilire l’eccellenza italiana”.

30 Marzo 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
31/3/09 05:02, Giuseppe Maneggio ha scritto:
Le bevande alla frutta sono in genere già delle truffe. Tra aromi, coloranti e altre sostanze chimiche possono già da oggi essere boicottate. Una sana spremuta di arance fatta con lo spremiagrumi vale più di qualsiasi Fanta o San Pellegrino con l'aggravante che quest'ultime per arrivare nei nostri bicchieri inquinano (trasporto e lattine).
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
IN VETRINA
A partire da quest'estate, molte località italiane diventano balneabili "per decreto". In altre parole interi tratti di costa vengono dichiarati balneabili, non perché meno inquinati, ma solo perché è cambiata la legge. Legambiente denuncia la questione come un passo indietro in tema di depurazione, che lascia un deficit imbarazzante ad uno dei Paesi più industrializzati al mondo.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Mutamenti Climatici

Quante volte abbiamo ascoltato con una punta di scetticismo chi ci parlava di mutamenti di clima?Eppure negli...
Continua...
Fermiamo Mr. Burns

1987: con un referendum abrogativo gli italiani dicono NO al nucleare.2007: nonostante la decisione del...
Continua...
Risparmiare sui Consumi

Risparmiare energia, ridurre i consumi, riciclare correttamente i rifiuti: ecco una guida agile per...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una “ecologia di...
Continua...
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... Proteggere la Terra non...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità