Coldiretti, arriva il primo riso self service in cascina

Cresce l'acquisto di prodotti sfusi in Italia. Dopo i mille dispenser di latte crudo diffusi in tutta la penisola, adesso tocca al riso alla spina. L'acquisto di prodotti sfusi? Piu' qualità, ambiente e risparmio.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

riso_sfuso
Presso la cascina Nesporedo nel Milanese, ognuno può rifornirsi della quantità di riso che serve
Arriva il primo distributore di riso sfuso self service direttamente in cascina che garantisce origine e genuinità e abbatte i rifiuti da imballaggio lasciando peraltro ai consumatori la massima libertà su quanto prodotto portare a casa.

Lo rende noto la Coldiretti nell'annunciare il debutto a Locate Triulzi nel Milanese, presso la cascina Nesporedo, di cinque distributori per le diverse varietà Carnaroli, Vialone Nano, Arboreo e Integrale ma anche farro. Ogni contenitore - spiega la Coldiretti - contiene oltre 20 chili di prodotto, ma ognuno può fare rifornimento per la quantità che serve, usando una semplice busta di plastica.

L'utilizzo del distributore è molto semplice: ci si posiziona di fronte al contenitore con la qualità scelta, si mette il sacchetto sotto l'erogatore e si riempie quanto si vuole. Poi si pesa e il gioco è fatto. L'Italia - continua la Coldiretti - è il principale produttore europeo di riso con circa 220mila ettari coltivati anche se esiste un consistente flusso di importazioni dall'estero che mette a rischio la reale provenienza del prodotto acquistato nei normali canali di vendita per la mancanza dell'obbligo di indicare l'origine in etichetta.

La novità promossa dalla Coldiretti fa seguito ad altre esperienze di successo nella vendita di prodotti sfusi nelle campagne come gli oltre mille dispenser di latte crudo diffusi in tutta la penisola e rappresenta un impegno per combattere la moltiplicazione dei rifiuti e salvaguardare l'ambiente.

L'acquisto di prodotti sfusi mostra una tendenza positiva nel commercio al dettaglio dove si sta estendendo sia nella vendita di prodotti alimentari come pasta, latte, legumi, frutta secca, caramelle e cioccolato, ma anche tra i non alimentari come i detersivi.

Oltre la metà dello spazio della pattumiera nelle case è occupato da scatole, bottiglie, pacchi con i quali sono confezionati i prodotti della spesa e che generano complessivamente 12 milioni di tonnellate di rifiuti, il 40 per cento della spazzatura che si produce ogni anno in Italia. L'agroalimentare, con oltre i 2/3 del totale, è il maggior responsabile della produzione di rifiuti da imballaggio, che si moltiplicano anche per effetto delle strategie di marketing che puntano molto sulle confezioni per favorire le vendite, e a causa della tendenza alla riduzione dei formati a favore dei single e delle famiglie sempre meno numerose.

Gli imballaggi gettati nella spazzatura - conclude la Coldiretti - sono aumentati dal 2000 ad oggi di oltre un milione di tonnellate (+9 per cento), anche se è cresciuta oltre il 66 per cento la percentuale di riciclaggio.

9 Febbraio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
10/2/10 05:50, ariecoidee ha scritto:
Salve siamo la prima insegna che oltre a essere Franchising commercializza oltre 250 articoli alimentari dalla cioccolata al riso,alla pasta e vino e tanto altro ancora oltre ai detersivi alla spina.
Vienici a trovare sul sito www.ariecoidee.com e diventa uno di noi .
potrai partecipare a diminuire rifiuti a ottimizzare il tuo denaro nel poter essere libero di acquistare quanto vuoi e come vuoi questo i cittadini hanno il diritto di ottenere
a presto
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
L'Insostenibile Leggerezza dell'Avere

In un passato anche recente molti preannunciarono che il sistema economico e il modello di sviluppo del mondo...
Continua...
Bebè a Costo Zero

Questa guida al consumo critico si addentra nell'affollato mondo dei prodotti per l'infanzia, per scoprire...
Continua...
Il consumo critico

La strategia vincente per una spesa "giusta" e lo stile di vita del consumatore consapevole, selettivo,...
Continua...
Il Voto nel Portafoglio

C'è un voto che si esercita collettivamente, e fa vivere la democrazia. C'è un voto, però, che può...
Continua...
Manuale di Autoproduzione delle Sementi

Il manuale è il risultato di un lavoro di 15 anni finalizzato alla ricerca e al recupero di vecchie varietà...
Continua...
La Fatica e l'Ingegno

Le tecniche per la costruzione di buone ruote per i carri si tramandavano di padre in figlio ed erano...
Continua...
Ecologia al gabinetto

Dopo il fallimento dei depuratori per riconsiderare radicalmente il nostro atteggiamento verso lo smaltimento...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
The story of Stuff - La storia delle cose
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità