WWF

Roma impermeabile all'acqua

La Capitale in stato di emergenza. Il WWF accusa: “La cintura di Roma indebolita dal cemento sempre più impermeabile all'acqua".

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google


La crisi in cui Roma è caduta per l’abbondante pioggia delle ultime ore impone una riflessione non soltanto sulla capacità della città di drenare correttamente le acque piovane, ma anche sull’estensione della impermeabilizzazione dei terreni agricoli a seguito della ripresa estensione urbanistica. Non si tratta dunque solo di sistemare scarichi, fogne, scoli che impediscano gli allagamenti nei sottopassi, nelle gallerie, negli scantinati, né di prevedere controlli maggiori sulle tipologie di asfalto utilizzate che appaiono sempre più fragili rispetto agli sbalzi climatici, quanto di capire come il sistema di drenaggio idrico resista e sopporti eventi estremi anche dopo che la città sarà cresciuta degli oltre 60 milioni di metri cubi aggiuntivi previsti dal nuovo Piano Regolatore (senza considerare tutti quelli concessi attraverso accordi di programma o attraverso le sanatorie degli abusi edilizi).

La capacità naturale di assorbimento dei terreni agricoli è il complesso sistema di fossi dell’Agro romano, un elemento di garanzia che progressivamente si indebolisce a causa dei nuovi quartieri residenziali e delle nuove aree produttive che sempre più invadono le campagne, ben oltre il raccordo anulare.

L’edificazione senza soluzione di continuità che ormai unisce Roma ai Castelli e che sta unendo Roma al mare, diminuisce la capacità del territorio di rispondere in modo dinamico a situazioni quali quelle a cui abbiamo assistito in questi giorni. Pur essendo Roma garantita dal sistema di dighe a Castel Giubileo, l’intensificazione edilizia che si sta realizzando alle sponde del Tevere nelle aree della Magliana e alla foce di Fiumicino, rischia, in presenza di cambiamenti climatici difficilmente valutabili, di essere una vera e propria scommessa col destino.

Pertanto il WWF, nel momento in cui chiede che si ponga alla manutenzione ordinaria delle città e delle infrastrutture esistenti la stessa attenzione e volontà politica che si sta ponendo per le opere straordinarie, chiede che ci sia un ripensamento rispetto all’esplosione urbanistica che si sta consumando nell’Agro romano, al fine di impedire l’irrigidimento irreversibile del territorio con tutto quello che da questo può tragicamente discendere.

10 Dicembre 2008 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
IN VETRINA
La 62ma edizione della Commissione baleniera internazionale (IWC) si è conclusa, lo scorso 25 giugno, senza un accordo concreto tra i Governi sulla caccia alle balene. Questa tendenza alla mancata tutela del nostro ambiente marino deve essere invertita, o tutti, non solo i paesi che vivono di pesca e caccia alle balene, saranno in difficoltà come gli oceani che si svuotano.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Mutamenti Climatici

Quante volte abbiamo ascoltato con una punta di scetticismo chi ci parlava di mutamenti di clima?Eppure negli...
Continua...
Fermiamo Mr. Burns

1987: con un referendum abrogativo gli italiani dicono NO al nucleare.2007: nonostante la decisione del...
Continua...
Risparmiare sui Consumi

Risparmiare energia, ridurre i consumi, riciclare correttamente i rifiuti: ecco una guida agile per...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una “ecologia di...
Continua...
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... Proteggere la Terra non...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità