Milano, i cittadini: "Salviamo Piazzale Lavater"

Milano - Piazzale Lavater, conosciuto per il connubio artistico tra stile Liberty e geometria d'epoca, rischia di essere distrutto per far posto a un grande parcheggio sotterraneo. Ma i cittadini non ci stanno e il 30 giugno si mobilitano insieme contro una costruzione che, dicono, "Non è affatto di pubblica utilità".

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

piazzale lavater milano
Il prossimo 30 giugno in piazzale Lavater a Milano, dalle ore 15 in poi si terrà una manifestazione dei cittadini contro la distruzione della stessa piazza per la costruzione di un impianto di box sotterranei
Il prossimo 30 giugno in piazzale Lavater a Milano, dalle ore 15 in poi, i cittadini manifestano contro la distruzione della stessa piazza per la prevista costruzione di un impianto di box sotterranei.

Piazza Lavater è famosa in tutta Milano per la fortissima connotazione Liberty e per la geometria d’epoca che raccoglie famosi esercizi commerciali, alcuni “storici”, altri di recente avvio e già di grandissimo successo.

Da cinque anni il Comitato per la difesa di piazza Lavater contrasta questa sciagurata iniziativa che trasformerà una delle più caratteristiche piazze di Milano in uno svincolo stradale.

In questi 5 anni valenti esperti del settore, contattati dal Comitato, hanno contribuito a dimostrare i gravi danni che sarebbero arrecati alla città e ai cittadini da questa infrastruttura.

La determinazione del Comitato si è troppo spesso confrontata con comportamenti palesemente contraddittori della pubblica amministrazione che, pur avendo dato più d’una volta valutazioni fortemente negative all’iniziativa, ha ogni volta successivamente ribaltato la propria valutazione trasformandola a favore.

La devastazione architettonica della piazza, la costruzione di orripilanti strutture fuori terra, la morte annunciata di numerose piante quasi centenarie, la inevitabile sofferenza e probabile chiusura degli esercizi commerciali, la perdita di 200 posti auto di superficie, dimostrano che questa infrastruttura non è di “pubblica utilità”.

A fianco delle iniziative legali promosse dal Comitato, che continueranno sempre più incisive con il ricorso al TAR, grazie anche a una raccolta di consensi sempre crescente nella popolazione, i cittadini hanno deciso di avviare altre iniziative finalizzate ad ottenere una maggiore visibilità.

Abbiamo ricostruito tutto il percorso di questi 5 anni e l’abbiamo messo a disposizione, documenti inclusi, sul nostro blog.

Sottolineiamo infine che il nostro Comitato non è “contro” qualcosa o qualcuno ma è “per” la difesa di un bene anche soggetto a vincolo ambientale. Vincolo di cui in tanti (anche se non tutti) paiono essersi dimenticati.

Comitato per la difesa di Piazzale Lavater

28 Giugno 2010 - Scrivi un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
2 lettori hanno commentato questo articolo:
22/7/10 08:43, Addetto Stampa Muscardini ha scritto:
MUSCARDINI: Milano è nostra, basta distruggerla!


“Basta con la distruzione di luoghi che rappresentano la storia di Milano: i box non possono essere costruiti con il continuo abbattimento di alberi secolari e lo stravolgimento di aree urbane particolarmente caratteristiche” - afferma Cristiana Muscardini, vice Presidente della Commissione Commercio Internazionale, riferendosi specificatamente ai parcheggi preventivati in piazzale Lavater e alle polemiche ancora in corso per via Marina.
“Ci auguriamo - prosegue la Muscardini - che prevalga il buon senso, il senso estetico e il rispetto per i cittadini che altrimenti dovranno portare il caso all’attenzione anche delle istituzioni europee ed io sarò al loro fianco”.
29/6/10 10:09, Marco ha scritto:
Buongiorno a tutti, abito in Via Redi da quando sono nato (50 anni fa circa). Quello che il nostro sindaco (per non usare altri termini) e gli assessori di competenza vogliono fare in P.le Lavater è una vera schifezza. Gli interessi partitici, di mazzette e così via stanno rovinando la mia città e ora anche il mio quartiere. Sono stufo di vedere ignobili situazioni (vedi Darsena di Milano e altri lavori per parcheggi faraonici interrotti a vario titolo). E' ora di finirla! Si pensa solo a cementificare questa città. Siamo alla mercé di immobiliaristi e palazzinari collusi col potere comunale, provinciale e regionale. E' ora di ribellarci. Nessuno meglio dei singoli cittadini coalizzati civilmente può dar vita a una seria e dura ma civile opposizione a questo modo di gestire la cosa pubblica. Giù le mani da P.le Lavater e da altre situazioni similari. Io sono disposto a fare la mia parte. Ditemi come e ci sarò. Saluti a tutti i cittadini onesti. MARCO
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
Guida alla Sopravvivenza

Secondo la prospettiva olistica la terra costituisce un grande organismo di cui fa parte anche l'uomo, il...
Continua...
La Prossima era Glaciale

65 milioni di anni fa, i dinosauri vennero spazzati via dalla faccia della terra da qualcosa di terrificante...
Continua...
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una "ecologia di superficie" che...
Continua...
Cosa Mangia il Pollo che Mangi

Che cosa ha mangiato il pollo che stiamoper gustare in punta di forchetta?come sono stati coltivati i fagioli...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità