La ricchezza della vita

Il 9-10-11 maggio si svolgerà la seconda Giornata Italiana della Biodiversità con la partecipazione di Geo e WWF. Alla scoperta del Delta del Po.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Miriam Giudici


Parco del delta del Po, presso Punta Alberete
Un evento che coinvolge ricercatori e cittadini, impegnati insieme nella mappatura delle specie animali e vegetali di uno dei territori più belli e particolari del nostro Paese: la seconda Giornata della Biodiversità, promossa dalla rivista Geo insieme a WWF, si svolgerà quest'anno il 9, 10 e 11 maggio.

La scelta per questa edizione è caduta sulla zona del Delta del Po. Un vero gioiello, ancora poco conosciuto al turismo di massa: un paesaggio dominato dall'acqua dove prendono vita differenti ecosistemi, dove dimorano specie animali e vegetali uniche, ma anche un territorio dove la presenza dell'uomo è forte, da millenni.

Diversità è dunque la parola-chiave che caratterizza il paesaggio del Delta: una ricchezza che riguarda il mondo animale – con i fenicotteri rosa, gli aironi, i cervi della Mesola – ma anche le tradizioni agricole tipiche della zona, tutte tese a salvaguardare, con il sostegno della Regione Emilia Romagna, varietà di frutta e verdura autoctone, rare e preziose.

Lo scopo dell'iniziativa è duplice. Innanzitutto, scientifico: nelle tre giornate cinquanta ricercatori, coordinati dal naturalista Fernando Spina, si dedicheranno all'osservazione e alla mappatura delle specie presenti nell'area, allo scopo di censirle, rilevarne i comportamenti, e anche monitorare l'arrivo di specie animali e vegetali nuove, in arrivo dal resto del mondo soprattutto in seguito ai cambiamenti climatici.

Un modo di vigilare sullo stato di salute di questo complesso ecosistema, minacciato sia da mutamenti di portata planetaria, come l'effetto serra, sia purtroppo dalla “nostrana” speculazione edilizia: proprio mentre Geo e WWF promuovono la Giornata della Biodiversità, infatti, o stesso WWF è impegnato a contrastare la nascita di Euroworld, un parco tematico che vorrebbe ricostruire una sorta di Europa in miniatura su una fetta di 124 km2 di territorio del Delta, sulla sua sponda veneta. Un progetto edilizio da 110 miliardi di euro e 30mila visitatori al giorno, dall'impatto ambientale devastante.

Il secondo scopo non è meno importante nell'ottica dell'educazione ambientale: è quello della valorizzazione e della comunicazione del territorio, affinché crescano fra i cittadini la percezione della sua straordinaria ricchezza e la consapevolezza della sua fragilità. Per questo, chiunque lo vorrà potrà – come privato cittadino o come gruppo legato a scuole o associazioni – condurre le proprie giornate della biodiversità: armati di binocolo, taccuino, guide e magari macchina fotografica, i lettori di Geo e i visitatori del sito web della rivista (www.geomondo.it) potranno inviare i risultati delle loro ricerche e osservazioni e vederli poi pubblicati in Rete.


Cervo della Mesola
Tutto questo, spiega Enzo Venini, Presidente di WWF Italia, avverrà non a caso in concomitanza con la Festa delle Oasi, “scrigni di biodiversità e importanti corridoi biologici per la comunicazione fra le aree protette di questo Paese”.

Perciò, la ricerca può svolgersi ovunque: in un Parco Nazionale come nel giardino dietro casa. Ogni osservazione è utile a portare avanti una mappatura dal basso delle specie che caratterizzano l'altissima biodiversità del nostro Paese, a scoprire la ricchezza della vita che ci circonda, ma anche a capire quanto sia alto il rischio di impoverimento e di banalizzazione degli ecosistemi italiani.

Un patrimonio che non ha pari nel mondo e che tutti siamo chiamati a preservare e ad amare.

1 Maggio 2008 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
Guida alla Sopravvivenza

Secondo la prospettiva olistica la terra costituisce un grande organismo di cui fa parte anche l'uomo, il...
Continua...
La Prossima era Glaciale

65 milioni di anni fa, i dinosauri vennero spazzati via dalla faccia della terra da qualcosa di terrificante...
Continua...
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una "ecologia di superficie" che...
Continua...
Cosa Mangia il Pollo che Mangi

Che cosa ha mangiato il pollo che stiamoper gustare in punta di forchetta?come sono stati coltivati i fagioli...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità