Acqua pubblica, il milione di firme è vicino

A circa un mese e mezzo dal lancio dei referendum per la ripubblicizzazione dell'acqua, le 500 mila firme necessarie – raggiunte a tempo di record - sono state quasi raddoppiate. In tutta Italia però si continuano ad organizzare assemblee, feste, concerti e conferenze per tenere viva l'attenzione pubblica sulla questione, consapevoli che la raccolta delle firme è solo un primissimo passo.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Andrea Degl'Innocenti

Acqua bene comune
Le 500 mila firme obbligatorie per la richiesta del referendum sono state raccolte in 25 giorni, 100 mila solo nelle prime 48 ore. Un record assoluto.
Era il 24 aprile quando i primi banchetti furono allestiti in tutta Italia. Partì allora ufficialmente la campagna di raccolta firme per promuovere i tre quesiti referendari sulla ripubblicizzazione dell'acqua.

Il Forum italiano dei movimenti per l'acqua si era posto come obiettivo la raccolta di 700 mila firme in tre mesi, 200 mila in più di quelle necessarie per legge. Adesso, ad un mese e mezzo di distanza, è lecito domandarsi: “a che punto siamo arrivati?

Un ottimo punto, a giudicare dalle cifre. Le 500 mila firme obbligatorie per la richiesta del referendum sono state raccolte in 25 giorni, 100 mila solo nelle prime 48 ore. Un record assoluto. Mai nella storia d'Italia le firme necessarie alla richiesta di un referendum abrogativo sono state raccolte tanto in fretta.

Dopodiché il forum ha deciso di alzare il tiro e spostare l'obiettivo ad un milione di firme. Ma anche questa cifra sembra destinata ad essere superata facilmente, visto che già si sfiorano le 900 mila.

Hanno firmato artisti, cantanti, registi, attori. Qualche politico, qualche sindacalista. Hanno firmato, soprattutto, centinaia di migliaia di cittadini, dagli appena diciottenni ai pluricentenari.

Giacomo Magnolia di Pietra Ligure, classe 1908, ex-partigiano, ha chiesto e ottenuto di poter firmare a casa i moduli, visto che per un intervento alle anche non si sarebbe potuto recare ai banchetti: “non ho combattuto nella Resistenza per vedere anche lo scippo del più prezioso bene che la natura ci ha donato”.

Piazza Capecelatro
Piazza Capecelatro (Roma): un "nasone" pubblicizza la festa che si terrà il 19 giugno nel Municipio XIX
Vittorio Cioè, di due anni più giovane, per il suo centesimo compleanno è stato nominato sindaco per un giorno del suo paese, Vico nel Lazio e come primo atto ha voluto firmare i tre quesiti. Centinaia di storie si potrebbero raccontare, e di aneddoti, simili a questi.

Ma il lavoro del Forum non si esaurisce nella raccolta delle firme. Anzi, la raccolta firme non è che un primissimo passo. È chiaro a tutti, e lo era fin dal principio, che i veri scogli da superare saranno riuscire a realizzare il referendum e superare il quorum del 50 per cento degli aventi diritto al voto.

Per questo serve un'opera minuziosa e costante di sensibilizzazione. Bisogna che l'attenzione pubblica sul problema vada crescendo. In tutta Italia si vanno organizzando eventi, si moltiplicano le feste dell'acqua. Uno slogan le raccoglie tutte, “H2ORA, L'acqua scende in piazza”. A Lecce dall'11 al 13 giugno, a Vicenza il 12, a Ferrara il 13, Milano il 20.

A Roma, una delle città più attive, sono state organizzate una serie di feste: una centrale e tante municipali, ad opera dei comitati dei singoli municipi. La festa centrale, organizzata dal Crap, Comitato romano acqua pubblica, si svolge a Garbatella, il 13 giugno. Partecipano, fra gli altri, Marco Bersani, del Forum italiano, i Villa Ada Crew, gruppo reggae romano, i Ponentino Trio e molti altri.

Le feste municipali. Si inizia con il VI Municipio sabato 12, presso il csoa ex Snia, con cena sociale e proiezione del film “Agua mi sangre” ed incontro con la regista. Segue il III: nella piazza dell'Immacolata di San Lorenzo il 18 sera sono previsti concerti, proiezioni video, conferenze.

Fontanella San Lorenzo
Una fontanella in Piazza San Lorenzo (Roma), "addobbata" ieri sera per promuovere la festa del 18 giugno.
Il giorno successivo, il 19, il turno è doppio, con le feste dei Municipi VIII e XIX. La prima a Tor Bella Monaca, prevede un'assemblea pubblica, animazione per bambini e musica. La seconda, presso l'Ex Lavanderia ha in programma una cena sociale, pratiche della decrescita, teatro e musica dal vivo con i Têtes de Bois, Adriano Bono e altri.

Intanto in tutta Roma si moltiplicano le iniziative. Ieri sera alcune fontanelle dei vari municipi - i cosiddetti "nasoni" - sono state contrassegnate con sacchi di plastica, palloncini ed adesivi. Obiettivi: sensibilizzare l'opinione pubblica, accendere l'interesse dei giornali, finora piuttosto scarso, a dispetto del successo della campagna, e al tempo stesso promuovere le feste dell'acqua.

Si tengono conferenze nelle scuole, si organizzano assemblee pubbliche. Più persone si informeranno, più vorranno partecipare a questo processo di riappropriazione collettiva. Una firma, adesso, non è più sufficiente. Non si tratta più di delegare a qualcun altro il proprio impegno, con la noncuranza tipica dell'uomo moderno, convinto che esistano sempre questioni più urgenti per se stesso del bene collettivo, e che questo sia, al massimo, niente più che un insieme di interessi individuali.

Si tratta di prendersi cura, ciascuno di noi, di un bene prezioso per noi che però non ci appartiene, perché appartiene a tutti. E riappropriarsi in tal modo di un pezzo di quella sovranità sancita dalla costituzione ma così poco applicata nella realtà.

Riscoprire una libertà che ci è stata sottratta, quella di partecipare attivamente alla costruzione della società in cui viviamo, soffocata da un altro tipo di libertà, che si esprime nelle scelte individuali ed è nemica di ogni tipo di collaborazione.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Per Amore dell'Acqua - DVD + Libro

Film sull'acqua o meglio: sul nostro pianeta, grande corpo filtrante che da milioni di anni ha preservato,...
Continua...
Acqua S.p.a.

Un'inchiesta a tutto tondo sull'acqua e sui mille scandali che le ruotano attorno, in italia e non solo:...
Continua...
 
10 Giugno 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
Guida alla Sopravvivenza

Secondo la prospettiva olistica la terra costituisce un grande organismo di cui fa parte anche l'uomo, il...
Continua...
La Prossima era Glaciale

65 milioni di anni fa, i dinosauri vennero spazzati via dalla faccia della terra da qualcosa di terrificante...
Continua...
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una "ecologia di superficie" che...
Continua...
Cosa Mangia il Pollo che Mangi

Che cosa ha mangiato il pollo che stiamoper gustare in punta di forchetta?come sono stati coltivati i fagioli...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità