Legambiente

Legambiente: "Legge bavaglio favorisce il business dell'ecomafia"


CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

intercettazioni illegalita
“Solo le intercettazioni hanno permesso di scoprire e bloccare alcuni pericolosi traffici di rifiuti industriali"
“Solo le intercettazioni hanno permesso di scoprire e bloccare alcuni pericolosi traffici di rifiuti industriali, soprattutto al Nord Italia, gestiti dalla criminalità organizzata insieme a imprenditori collusi e 'colletti bianchi' senza scrupoli, che ora queste norme impediscono di ascoltare. Se il testo della legge sulle intercettazioni - così come sembra emergere dai commenti odierni - non prevederà la possibilità di indagare in quella 'fascia nebulosa' dei collusi non prettamente mafiosi, le ecomafie festeggeranno, in attesa di guadagnare cifre anche superiori ai 20,5 miliardi di euro intascati nel 2009”.

Così Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, è intervenuto sul ddl intercettazioni.

“Le intercettazioni ambientali e telefoniche sono uno strumento fondamentale per contrastare i crimini contro l’ambiente. Crimini che non causano solo gravi danni al territorio ma che alimentano il business dell’illegalità gestito dalle cosche, devastano i settori legali del turismo e delle produzioni agroalimentari di qualità; aumentano l’incidenza di malattie gravi e spesso irreversibili, minano il futuro dell’intero Paese. Le Forze dell’ordine fanno un lavoro straordinario per contrastare l’ecomafia - ha concluso Cogliati Dezza -, ma hanno bisogno dell’impegno del Governo per poter consolidare i risultati, a partire dalla possibilità di usare le intercettazioni e dall’urgenza di introdurre i delitti contro l’ambiente nel Codice Penale”.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Ecomafia 2009

Due boss della mala reggina costruiscono una scuola barando sulla qualità del calcestruzzo. durante una...
Continua...
Rifiuti S.p.a.

Rifiuti e smaltimento illecito; spesso si tende a liquidare il problema con una sola parola: ecomafia....
Continua...
Biutiful Cauntri - Libro + DVD

Una camorra dai colletti bianchi, imprenditoria deviata e istituzioni colluse. 1.200 discariche abusive, un...
Continua...
 
9 Giugno 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
IN VETRINA
A partire da quest'estate, molte località italiane diventano balneabili "per decreto". In altre parole interi tratti di costa vengono dichiarati balneabili, non perché meno inquinati, ma solo perché è cambiata la legge. Legambiente denuncia la questione come un passo indietro in tema di depurazione, che lascia un deficit imbarazzante ad uno dei Paesi più industrializzati al mondo.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità