WWF

WWF a CinemAmbiente per l'Anno della Biodiversità

Dall'1 al 6 giugno, a Torino, si svolge la 13° edizione del festival CinemAmbiente. WWF ha voluto aderire attivamente all'iniziativa, perché anche attraverso le arti visive è possibile sensibilizzare sulle tematiche ambientali.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

wwf cinemambiente torino
Nell’anno della biodiversità la 13° edizione del Festival CinemAmbiente è realizzato con la speciale partnership del WWF che partecipa con tre novità
Nell’anno della biodiversità la 13° edizione del Festival CinemAmbiente è realizzata con la speciale partnership del WWF che partecipa con tre novità.

Per il WWF è infatti importante riconoscere, valorizzare e sostenere l’impegno delle arti che lavorano per la diffusione e sensibilizzazione sul tema della biodiversità, per renderla visibile e condivisibile come patrimonio comune.

“Il WWF ha voluto partecipare attivamente alla tredicesima edizione di Cinemambiente per sottolineare, nell’anno dedicato dall’ONU alla biodiversità, come questa non sia solo una bellezza del nostro paese, ma anche una straordinaria ricchezza che è insensato erodere” ha detto Isabella Pratesi, responsabile conservazione del WWF italia.

Menzione WWF

Si rivolge ai cortometraggi internazionali che partecipano al Festival per individuare quello che meglio rappresenta le tematiche di denuncia dei problemi ambientali o dello sviluppo sostenibile, o più in generale del rapporto tra uomo e ambiente.

Al vincitore verrà consegnata una menzione speciale WWF.

La giuria WWF che valuterà i lavori sarà composta da Riccardo Fortina, presidente del WWF Piemonte, Isabella Pratesi, responsabile conservazione del WWF italia e Alessandra Vivarelli, Responsabile Progetti speciali media.

Evento speciale WWF sabato 5 giugno alle ore 16,30 Cinema Massimo sala 1 – nell’ambito degli eventi del festival verrà riproposto al pubblico - ci sarà la proiezione del celebre lungometraggio “Anima Mundi” di Godfrey Reggio, che fu realizzato nel 1991 per la prima campagna sulla biodiversità del WWF internazionale, grazie alla donazione di Bulgari. Sarà presente Isabella Pratesi, responsabile conservazione del WWF italia. "Anima mundi" sarà visibile anche in streaming sul sito del www.wwf.it per tutta la durata del festival di Torino.

In concorso al festival sarà proiettato anche il film "Il suolo minacciato"(2009, 46 minuti) del regista Nicola dall’Olio, prodotto da WWF e Legambiente di Parma. Il documentario tratta lo scottante tema del consumo del suolo partendo dall’esempio della pianura padana.

21 Maggio 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
IN VETRINA
La 62ma edizione della Commissione baleniera internazionale (IWC) si è conclusa, lo scorso 25 giugno, senza un accordo concreto tra i Governi sulla caccia alle balene. Questa tendenza alla mancata tutela del nostro ambiente marino deve essere invertita, o tutti, non solo i paesi che vivono di pesca e caccia alle balene, saranno in difficoltà come gli oceani che si svuotano.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Mutamenti Climatici

Quante volte abbiamo ascoltato con una punta di scetticismo chi ci parlava di mutamenti di clima?Eppure negli...
Continua...
Fermiamo Mr. Burns

1987: con un referendum abrogativo gli italiani dicono NO al nucleare.2007: nonostante la decisione del...
Continua...
Risparmiare sui Consumi

Risparmiare energia, ridurre i consumi, riciclare correttamente i rifiuti: ecco una guida agile per...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una “ecologia di...
Continua...
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... Proteggere la Terra non...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità