Coldiretti: latte e carne da animali clonati? No, grazie!

La Coldiretti lancia l'allarme sul nuovo accordo raggiunto dal Consiglio dei Ministri dell'ambiente dell'Ue, che prevede la possibilità di mettere in commercio alimenti provenienti da animali clonati. Un'ipotesi a cui la maggioranza assoluta dei cittadini europei ed italiani si è dichiarata contraria perché, dicono, sarebbe un rischio inaccettabile.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

clonazione ogm cibo
Non sono previsti requisiti specifici di etichettatura per gli alimenti, come latte, formaggi e carne, prodotti da animali clonati e dalla loro progenie che dovessero essere autorizzati
Non sono previsti requisiti specifici di etichettatura per alimenti come latte, formaggi e carne - prodotti da animali clonati e dalla loro progenie - che dovessero essere autorizzati. E’ questo l’allarme lanciato dalla Coldiretti sui contenuti dell’accordo, raggiunto dal Consiglio dei Ministri dell’ambiente dell'Ue, sulla possibilità di mettere in commercio sul mercato europeo alimenti provenienti da animali clonati, o dalla prima generazione della loro discendenza. Accordo che ora passa in seconda lettura all'esame del Parlamento europeo.

L’accordo prevede che i prodotti derivati da animali clonati dalla prima generazione della loro discendenza - come carni e latte - devono essere sottoposti ad una autorizzazione preventiva in caso di vendita sul mercato comunitario, a maggioranza qualificata, da parte del Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali o del Consiglio, con la stessa procedura seguita per gli organismi geneticamente modificati (OGM) e previo parere favorevole dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA).

A differenza di quanto avvenuto, il Parlamento non voleva che la nuova legislazione sui nuovi alimenti si occupasse di animali clonati e della loro progenie e chiedeva alla Commissione una legislazione ad hoc. Il Consiglio invece, per evitare un vuoto normativo, ha previsto che la nuova legislazione disciplinasse anche gli animali clonati e la loro progenie.

La maggioranza assoluta dei cittadini europei ed italiani - secondo l'ultima indagine di Eurobarometro - boccia la possibilità che latte, formaggi e carne provenienti da animali clonati arrivino sulle tavole. Questo per motivi ambientali, etici, sanitari ed economici, avendo peraltro ben chiaro il significato della nuova tecnica. Il 79 per cento degli italiani - sottolinea la Coldiretti - conosce infatti in cosa consiste la tecnica della clonazione animale, ma ritiene che siano chiari gli effetti di lungo periodo sulla natura (81 per cento), che potrebbe compromettere la biodiversità (63 per cento), che causi sofferenza agli animali (52 per cento) e che sia moralmente sbagliata (69 per cento). Il 64 per cento ritiene pertanto che la clonazione a fini alimentari non sarebbe giustificabile con la maggioranza dei cittadini che non comprerebbe mai latte o carne da animali clonati, e per questo il 78 per cento ha dichiarato che un sistema di etichettatura dovrebbe essere reso obbligatorio qualora fossero venduti prodotti derivati dalla progenie di animali clonati.

La situazione - continua la Coldiretti - è diversa in Nord America e se negli Stati Uniti vale una sorta di divieto volontario, dopo il via libera della Food and Drug Administration (FDA), in Canada maiali geneticamente modificati stanno per arrivare sulla tavola dei canadesi dopo che l’Environment Canada, l'ente canadese che si occupa dell'ambiente, ha dato il via libera ai maiali chiamati “Enviropigs” (creati nel 1999 con un pezzetto di dna di topo introdotto nei loro cromosomi) che producono un basso contenuto di fosforo nelle feci. Se anche l’Health Canada - ente che si occupa della Sanità - li approverà, la carne di maiale geneticamente modificata verrà venduta nel mercato per il consumo umano.

La commercializzazione di carne, latte e formaggi proveniente da animali clonati è - conclude la Coldiretti - un rischio inaccettabile che oltre ad un problema di scelta consapevole da parte dei consumatori e di rispetto della biodiversità pone evidenti perplessità di natura etica che occorre affrontare con decisione prima che sia troppo tardi.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Il Mondo Secondo Monsanto

Monsanto è leader mondiale nella produzione degli organismi geneticamete modificati (ogm) ed è una delle...
Continua...
Ogm

La situazione aggiornata al 2003 sulle colture geneticamente modificate. il calo delle rese, l'aumento...
Continua...
Ogm e Clonazione: la Bomba è nel Piatto!

Gli alimenti geneticamente modificati sono ormai una bomba innescata nel piatto di ciascuno di noi e potranno...
Continua...
 
18 Marzo 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
La Malattia non Esiste - Una sfida quantistica per la guarigione

Dopo anni di ricerche e pratica clinica l'autrice ha elaborato un metodo terapeutico che integra l'approccio...
Continua...
L'Influenza Suina A/h1n1 e i Pericoli della Vaccinazione Antinfluenzale

Tutto quello che devi sapere per tutelare davvero la tua salute e quella dei tuoi cari: ? l'influenza a/h1n1...
Continua...
Il Mondo Secondo Monsanto

Monsanto è leader mondiale nella produzione degli organismi geneticamete modificati (ogm) ed è una delle...
Continua...
Alimentazione Vegetariana - Teoria e Pratica

Tutto sulla teoria e sulla praticadell'alimentazione vegetariana racchiusoin un volume tra i più aggiornatie...
Continua...
Farmacrazia

"nell'arco di qualche secolo, le società occidentali si sono trasformate da teocrazie in democrazie e da...
Continua...
Cancro: puoi guarire

Esistono davvero tanti malati di cancro guariti con medicine alternative. decine e decine di testimonianze...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Influenza suina: si chiude la nostra campagna
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità