L'Urlo

Lo spegni-tv: un altro esperimento tipicamente americano

Guardare meno tv fa dimagrire? Stando ai risultati di un test recentemente condotto negli USA sembrerebbe di sì. Al centro dell’esperimento un blocca-tv, ovvero un congegno elettronico che spegne la televisione allo scadere del tempo di visione concesso. Si tratta di uno studio importante o di “una grandissima boiata”?

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Laura Vella

tv
Guardare meno tv fa dimagrire?
Jennifer Otten dell’Università di Stanford, in California, ha sottoposto 16 adulti, che mediamente passano tre ore al giorno davanti alla televisione, ad una terapia d’urto: perdere peso senza tv. Per tre settimane ha osservato i tempi ed i modi che utilizzano nel guardare la televisione.

A seguito dell’osservazione metà dei sottoposti al test ha ripreso a guardare la tv senza alcuna regola, ovvero seguendo il piacere personale. Gli altri hanno dimezzato il tempo passato davanti allo schermo. I risultati della ricerca portano all’evidenza il maggior consumo di calorie (circa 119 calorie) per gli utenti che osservano meno televisione rispetto a chi, non seguendo alcuna indicazione esterna, passa il suo tempo davanti alla tv per quanto piaccia.

Il blocca-tv-elettronico, che spegne automaticamente la televisione dopo le ore consentite, potrebbe essere d’aiuto? In quale misura la tv ci danneggia di più? Leggendo l’articolo mi ha fatto riflettere il fine dell’attrezzo spegni-tv. L’obesità.

In questo caso la televisione viene spenta perché fa ingrassare, o meglio spegnerla fa dimagrire cinque chili circa in un anno. Il problema non è quanti chilogrammi di immagini assolutamente opinabili e frasi sconcertanti senza ombra di dubbio ci vengano proposte. Il fine è il dimagrimento.

tv
Il problema non è quanti chilogrammi di immagini assolutamente opinabili ci vengono proposte?
Cinque kg non sono quasi nulla e spegnendo la televisione, non per forza andremo a correre, spegnendo la televisione non è detto che ci metteremo a parlare con i nostri familiari o con il vicino. Men che meno ci metteremo a leggere. Altrimenti lo faremmo a priori. Non capisco perché ovunque gettiamo lo sguardo, quale scelta cerchiamo di fare c’è sempre qualcuno, un altro che cerca di imporre la sua ipotesi come migliore e risolutiva ad un problema che forse neppure esiste.

Questa del blocca tv a me sembra una grandissima boiata. Il problema del sovrappeso va trattato con cura, attentamente, non con un sotterfugio, perdi 5 kg, guarda meno tv. Ma dico, di cosa stiamo parlando? Della salute dei cittadini o di un ennesimo esperimento americano?

Comunque non andrà bene. Comunque il popolo sarà costretto a bersi e non mangiarsi ogni sorta di indagine e ricerca che apparentemente viene fatta per lui, qualsiasi cosa. L’opinione personale va bene solo se riesce ad essere incasellata, come il peso, in un range tra la massa grassa e la massa magra. Altrimenti esce dal controllo, altrimenti non è più generalizzabile e sfugge la grande possibilità dell’imposizione.

26 Gennaio 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PERCHÉ QUESTA RUBRICA
Uno spazio conquistato a fatica. Uno spazio dove gridare sottovoce, ma senza paure, tutti i pensieri e le emozioni che la nostra quotidianità fatta di asfalto, rumore e cemento ci obbliga ad ingoiare silenziosamente.
RUBRICA A CURA DI...

Alessandro Rizzato

Vai alla pagina personale...

PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Salvare l'Ambiente Conviene

Quello di Jacopo Fo è un libro di valide e ragionevoli alternative all’insegna di un duplice...
Continua...
La decrescita felice

I segnali sulla necessità di rivedere il parametro della crescita su cui si fondano le società industriali...
Continua...
Manuale di Sopravvivenza alla Fine del Petrolio

Un'approfondita riflessione e un manuale ricco di suggerimenti e proposte concrete per modificare il...
Continua...
Trafficologia

Ci sediamo, avviamo il motore e partiamo, convinti di avere tutto sotto controllo. Ma siamo sicuri? È proprio...
Continua...
Grandi Opere

Le Grandi Opere sono il simbolo di un mondo antiquato, corrotto e cadente: sono superate e inutili per chi...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità