Detersivi alla spina, nel Lazio si può

Da poco inaugurato a Roma un progetto intelligente per lo sviluppo di politiche e comportamenti ambientalmente sostenibili. E i detersivi diventano alla spina...

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google


Da pochi giorni nel Lazio è possibile acquistare detersivi alla spina. Si tratta di un progetto che rientra in un'ottica di sviluppo di politiche e comportamenti ambientalmente sostenibili, un'iniziativa inaugurata lo scorso 2 aprile dall'assessore all'Ambiente e Cooperazione tra i popoli della regione Lazio, Filiberto Zaratti.

"Ridurre imballaggi e risparmiare energia utilizzando i detersivi alla spina non solo è possibile, ma doveroso" ha affermato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli durante l’inaugurazione del primo distributore di detersivi alla spina del Lazio, sviluppato con la collaborazione di Ecologos e Sviluppo Lazio, che si è svolta presso l’ipermercato Panorama di via Tiburtina n. 757 a Roma.

Iniziare un percorso virtuoso, per utilizzare meno energia, meno acqua e meno risorse ambientali: questi i propositi dell'iniziativa. Basti pensare che per realizzare un singolo contenitore per detersivi del peso di 75 grammi si utilizzano 239 litri d’acqua, 1,46 kWh d’energia e si emettono ben 133,9 grammi di anidride carbonica.

Il sistema dei detersivi alla spina consente invece ai cittadini di abbattere questi consumi riutilizzando il contenitore decine di volte, oltre a diminuitre in maniera drastica il volume dei rifiuti direttamente alla fonte. Ogni macchina, inoltre, è dotata di un contatore che visualizza immediatamente, dopo ogni utilizzo, il bilancio delle materie prime risparmiate e dell’anidride carbonica non emessa. Cosa questa che permetterà ai cittadini di visualizzare in tempo reale i risparmi ambientali prodotti dalle loro azioni.

“Con questa iniziativa - ha continuato Zaratti - siamo riusciti a dimostrare che è possibile razionalizzare i consumi, senza rinunciare al proprio stile di vita e consentendo ai cittadini anche un risparmio economico. A parità di qualità, concentrazione e potere di detergenza, infatti, il detersivo alla spina costa circa un 30% in meno, rispetto al prodotto confezionato”.

I detersivi scelti sarebbero poi tutti ad alta biodegradabilità, composti da tensioattivi di origine vegetale e non testati su animali. Il progetto prevede la creazione di dieci punti di distribuzione di detersivi alla spina, e si propone di raggiungere a breve più di quaranta sistemi di distribuzione in tutta la Regione.

Fonte: www.regione.lazio.it3 Aprile 2008 - Scrivi un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
L'Insostenibile Leggerezza dell'Avere

In un passato anche recente molti preannunciarono che il sistema economico e il modello di sviluppo del mondo...
Continua...
Bebè a Costo Zero

Questa guida al consumo critico si addentra nell'affollato mondo dei prodotti per l'infanzia, per scoprire...
Continua...
Il consumo critico

La strategia vincente per una spesa "giusta" e lo stile di vita del consumatore consapevole, selettivo,...
Continua...
Il Voto nel Portafoglio

C'è un voto che si esercita collettivamente, e fa vivere la democrazia. C'è un voto, però, che può...
Continua...
Manuale di Autoproduzione delle Sementi

Il manuale è il risultato di un lavoro di 15 anni finalizzato alla ricerca e al recupero di vecchie varietà...
Continua...
La Fatica e l'Ingegno

Le tecniche per la costruzione di buone ruote per i carri si tramandavano di padre in figlio ed erano...
Continua...
Ecologia al gabinetto

Dopo il fallimento dei depuratori per riconsiderare radicalmente il nostro atteggiamento verso lo smaltimento...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
TERRANAUTA TV
The story of Stuff - La storia delle cose
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità