2010: sarà l'anno della biodiversità?

L'ONU dichiara il 2010 anno internazionale della biodiversità. Fra speranze e contraddizioni, ecco la breve storia del bene più prezioso che la terra aveva creato e di come lo stiamo velocemente distruggendo.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Andrea Degl'Innocenti

2010 anno biodiversita
L'ONU dichiara il 2010 anno internazionale della biodiversità
Per biodiversità si intende la varietà di specie animali e vegetali presenti sulla Terra. Per avere un'idea del numero enorme di cui stiamo parlando basti pensare che solo quelle conosciute all'uomo si aggirano intorno agli 1,8 milioni. Ora, tutte queste specie, composte da centinaia, migliaia, milioni, o miliardi di esemplari ciascuna costituiscono, nella loro interazione e dipendenza reciproca, il complesso ecosistema in cui viviamo.

Da qualche tempo questo meccanismo corre seri pericoli. Tutto iniziò con lo sviluppo industriale: fu allora che l'uomo per la prima volta comprese di poter governare la natura attraverso la tecnica. Ai tempi, intorno alla metà dell'ottocento, vi era la convinzione diffusa che le risorse naturali fossero infinite – lo garantivano illustri scienziati come il convinto darwinista Huxley – e l'ecosistema immodificabile.

Ci ha impiegato più di un secolo l'uomo, a capire che si sbagliava, ma nel frattempo la tecnologia, e gli interessi economici ad essa legata, si sono sviluppati al punto che è stato impossibile tornare sui propri passi. Così, da allora, come in una forbice che divarica sempre più le sue lame, se da una parte cresce la consapevolezza del danno irreparabile che stiamo compiendo, dall'altra aumentano le possibilità e gli interessi a perpetuarlo con violenza crescente.

Adesso la forbice sta per rompersi. Secondo una stima del noto biologo Edward Wilson, dell'università di Harvard presentata all'interno del rapporto annuale sullo stato di salute del mondo del World Watch Institute ogni giorno si estinguono 74 specie fra animali e vegetali: un tasso di estinzione dalle mille alle diecimila volte superiore a quello naturale. Tutto ciò, continua Wilson, a causa dell'eccessiva invadenza dell'economia globale sugli ecosistemi della terra.

D'altronde per capire che qualcosa nell'ecosistema si è quantomeno incrinato non servono le parole di uno scienziato, basta guardare fuori dalla finestra. Le piogge torrenziali che sconvolgono il nostro paese, creando allagamenti e disastri idrogeologici erano, fino a qualche anno fa, un'esclusiva delle zone tropicali. Il clima sta cambiando, proprio qui, davanti ai nostri occhi, e anche più rapidamente di quanto avessimo previsto.

biodiversità
Per biodiversità si intende la varietà di specie animali e vegetali presenti sulla Terra
Così grandi e piccoli della terra cercano di correre ai ripari, come possono, cercando di mediare fra le due forze opposte, che come correnti intestine rischiano di dilaniare il pianeta: una più fisica, istintiva, economica che spinge verso una crescita sfrenata ed infinita; l'altra razionale, etica, ragionevole, che si oppone alla follia della prima ma spesso – in un sistema governato dall'economia – non ha i mezzi per contrastarla.

In questo clima l'ONU proclama il 2010 “anno internazionale della biodiversità”. Lo fa “per aumentare la consapevolezza delle molte funzioni che la biodiversità svolge per assicurare la vita sulla Terra”; sperando di incentivare un'agricoltura che “tenga conto dell’immenso potenziale della diversità genetica delle colture per assicurare raccolti migliori e più sicuri e per far fronte al cambiamento climatico”. Si terranno conferenze, manifestazioni, iniziative interessantissime (in Italia, la “Settimana della biodiversità” di Roma e il progetto scolastico “Cibi e Parole dal Passato”).

Ma anche l'ONU, come molti organismi internazionali, sembra dibattersi fra una testa pensante ed un corpo governato da istinti economici. Emblematica è la sua posizione riguardo agli ogm, probabilmente il più grande attentato alla biodiversità della storia del pianeta. Dal 2000 ad oggi varie agenzie delle Nazioni Unite si sono espresse sul tema con opinioni a dir poco contrastanti. Gli organismi geneticamente modificati sono stati dichiarati ora innocui, ora dannosi per la biodiversità e la salute umana, ora addirittura una valida alternativa per combattere la fame nel mondo.

Allora prendiamo questa iniziativa per quel che di buono può portare a livello di conoscenza e sensibilizzazione, senza sperare che le cose cambino improvvisamente, come per magia.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Tutti per La Terra

la terra su cui viviamo ci offre tutto quello di cui abbiamo bisogno. ma sappiamo davvero come funziona?...
Continua...
La Diversità della Vita

Uscito all'inizio degli anni novanta con il titolo "la diversità della vita" e ormai considerato un classico,...
Continua...
Il Professor Varietà

Senza diversità? non c'è varietà! in collaborazione con il wwf italia, nell'ambito dei progetti educativi del...
Continua...
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... proteggere la terra non...
Continua...
11 Gennaio 2010 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
Guida alla Sopravvivenza

Secondo la prospettiva olistica la terra costituisce un grande organismo di cui fa parte anche l'uomo, il...
Continua...
La Prossima era Glaciale

65 milioni di anni fa, i dinosauri vennero spazzati via dalla faccia della terra da qualcosa di terrificante...
Continua...
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una "ecologia di superficie" che...
Continua...
Cosa Mangia il Pollo che Mangi

Che cosa ha mangiato il pollo che stiamoper gustare in punta di forchetta?come sono stati coltivati i fagioli...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità