Dal 1° luglio 2010 la bolletta elettrica sarà “bioraria”

Dalla prossima estate entrerà in vigore il sistema biorario per chi non è ancora passato al mercato libero, ossia 94 famiglie italiane su cento. Lo ha deciso l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, che ha sancito il passaggio obbligato in modo da avvantaggiare chi usa più energia nelle fasce orarie in cui questa costa meno, sia agli operatori che agli acquirenti. Ma è davvero questo il vero risparmio?

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Andrea Bertaglio

energia elettrica domanda
L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG), ha stabilito che dalla prossima estate scatterà il sistema “biorario” che prevede una riduzione dei prezzi dell'elettricità quando la domanda (e i costi) sono minori
L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG), ha stabilito che dalla prossima estate scatterà il sistema “biorario”, che entrerà in vigore progressivamente dal 1 luglio del 2010, e che prevede una riduzione dei prezzi dell'elettricità quando la domanda (e i costi) sono minori: la mattina presto, la sera, la notte, il fine settimana ed i giorni festivi. Il presidente dell'Autorità Alessandro Ortis ritiene che lo scopo sia quello di portare ad un "uso sempre più efficiente dell'energia elettrica ed una maggiore equità tra i consumatori, assicurando maggiore coerenza tra i prezzi ai clienti finali e quelli all'ingrosso", dato che, attualmente, sono spesso penalizzati gli utenti che consumano di più nelle fasce orarie in cui l'energia costa meno agli operatori. Il nuovo sistema è stato però progettato solo per chi non è (ancora) passato al mercato libero, ossia il 94% degli italiani.

Forse in molti ancora non lo sanno, ma dal 1° luglio 2007 è possibile scegliere il fornitore di elettricità per la propria abitazione (come previsto anche da una Direttiva europea). Ciò significa che il mercato dell'elettricità è libero anche per i clienti domestici, cioè per chiunque acquisti energia elettrica solo per la propria abitazione. Nonostante da oltre due anni i consumatori di energia siano liberi di acquistarne scegliendo l'offerta che meglio risponde alle proprie esigenze, il 94% degli italiani non è ancora passato al cosiddetto “mercato libero”. I motivi sono molteplici e meriterebbero una più approfondita analisi, ma vediamo in cosa consiste la bolletta bioraria.

Come dicevamo, i prezzi saranno più alti nelle ore centrali dei giorni feriali, quando i consumi sono maggiori. Ma quale differenza c’è rispetto a prima? Che ora a chi consuma di più di giorno potrebbe decisamente convenire passare al mercato libero, scegliendo fra opzioni quali monorarie, a prezzo bloccato, verdi, ricaricabili e flat (quest’ultima prevede le taglie di consumo Small: 100 kWh mensili, 12 euro al mese; Medium: 225 kWh mensili, 28 euro al mese; Large: 300 kWh mensili, 44 euro al mese. Imposte escluse in tutti e tre casi).

tariffa biorario Aeeg
Il passaggio obbligato dovuto alla delibera dell’Aeeg non avverrà da un giorno all’altro
Infatti, le soluzioni biorarie convengono solo se almeno due terzi dei consumi si concentrano nelle ore mattutine e serali o nei week end, dato che il nuovo sistema prevede prezzi più alti dalle 8 alle 19 e più bassi di sera/notte (dalle 19 alle 8 del mattino), oltre che nei fine settimana. Nel valutare le offerte si deve però tenere presente il fatto che prezzo indicato ed eventuali sconti sono riferiti alla sola componente energia (quindi senza servizi di rete, servizio di vendita, imposte ecc), che sul totale della bolletta pesa per circa il 64%.

Il passaggio obbligato dovuto alla delibera dell’Aeeg non avverrà da un giorno all’altro. Nei sei mesi prima dell'applicazione del nuovo sistema, infatti, i fornitori di energia elettrica comunicheranno la ripartizione di consumi secondo le tariffe biorarie e i raggruppamenti mensili. È prevista infatti una ripartizione in mesi di "alta stagione" (gennaio, febbraio, giugno, luglio, novembre, dicembre), nei quali si pagherà di più, e mesi di “bassa stagione” (marzo, aprile, maggio, agosto, settembre e ottobre), nei quali invece i prezzi saranno inferiori. Oltre all’aspetto “temporale”, per conoscere cosa è più conveniente per il proprio nucleo familiare è utile individuare quali elettrodomestici si utilizzano maggiormente ed il relativo consumo. La bioraria necessita anche di un nuovo contatore elettronico, che sia leggibile a distanza, ma a quello sta provvedendo la stessa Enel, che ha già sostituito 31 milioni dei vecchi contatori elettromeccanici su 32. Basta anche un tradizionale contatore che misuri i consumi nei diversi momenti della giornata, o che comunque all’utente possa essere consentita l'autolettura con l’ausilio di numero verde, cartolina postale o sito internet.

Per aiutare il consumatore nella scelta della tariffa migliore fra le offerte del mercato libero, l'Aeeg sul proprio sito internet offre il servizio “Trova-offerte”, tramite il quale è possibile trovare, appunto, l’offerta di energia elettrica più adatta alle proprie esigenze, una volta confrontate le diverse proposte delle imprese di vendita che hanno volontariamente aderito all’iniziativa.

autoproduzione energia
È molto nobile orientare i cittadini nel trovare il miglior operatore di energia elettrica, ma sarebbe ancora meglio portarli ad autoprodurre l’energia di cui necessitano
Ad oggi risultano iscritti dodici operatori, ammessi all’elenco dei fornitori di energia elettrica che soddisfano alcuni requisiti di affidabilità stabiliti dalla stessa Autorità, ma non è escluso che se ne aggiungeranno altri. Si tenga però presente che quelle del “Trova-offerte” non sono tutte le offerte, appunto, presenti sul mercato.

È molto nobile orientare i cittadini nel trovare il miglior operatore di energia elettrica, così come portare alcuni “consumatori” a beneficiare di una maggiore equità nella ripartizione dei costi, ma sarebbe ancora meglio portarli ad autoprodurre l’energia di cui necessitano, ed ancor più a risparmiarla (o ad imparare a farlo). Il vero successo sarebbe sentir parlare l’Aeeg di micro-cogenerazione diffusa, l’Enel di efficienza ed i cittadini, o “consumatori”, di risparmio e di soppressione degli sprechi.

Del resto, ripartire i giorni e l’anno in fasce ad alto e basso costo può davvero fare la differenza, per tutte le persone che sono costrette a passare le ore centrali della giornata e la totalità dei giorni feriali fuori casa per guadagnarsi da vivere? Forse è meglio che impari a risparmiare energia, piuttosto che usare i suoi elettrodomestici di notte o nei week end.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Eolico: Paesaggio e Ambiente

L'energia eolica rappresenta il comparto energetico caratterizzato dal più rapido tasso di crescita assieme...
Continua...
E... Via Col Vento

Facili progetti per il tuo impianto eolico.argomenti rattati: un pò di storia - il vento - le macchine - la...
Continua...
Energia Eolica

Le fattorie del vento, o wind farm, sono oggetto di dispute legate ai possibili vantaggi e svantaggi del modo...
Continua...
Economia e Ambiente

L'economia classica, incentrata sull'esclusiva logica del profitto, si ritorce contro l'uomo e contro...
Continua...
Elettricità dal Vento

L'energia eolica sta conoscendo in questi ultimi anni una crescita vertiginosa in diversi paesi, che è...
Continua...
 
3 Dicembre 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Uso Razionale dell'Energia nella Casa

L'energia in casa serve a diversi usi essenziali: riscaldamento, illuminazione, uso degli elettrodomestici,...
Continua...
Salvare l'Ambiente Conviene

Quello di Jacopo Fo è un libro di valide e ragionevoli alternative all’insegna di un duplice...
Continua...
Un Futuro Senza Luce?

Il nostro sistema energetico spreca e disperde nell'atmosfera più energia di quanta ne utilizzi....
Continua...
Risparmiare sui Consumi

Risparmiare energia, ridurre i consumi, riciclare correttamente i rifiuti: ecco una guida agile per...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità