Viaggiare al tempo della Decrescita Felice puntata 12

L’esperto di via traverse e instancabile viaggiatore, Paolo Merlini, ci porta alla scoperta del delta del Po. Paesaggi lagunari e boschi di rara bellezza sono il primo assaggio di questo viaggio che va scoperto e gustato passo dopo passo. Sono queste le magie di un altro modo di viaggiare.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Paolo Merlini


Come avrete capito, mi piace andare a zonzo per l’Italia ed uno dei posti che mi affascinano ultimamente è il delta del Po. Suggerisco a tutti una visita, è una zona piena di fascino
“Arrivando a ogni nuova città il viaggiatore ritrova un suo passato che non sapeva più d’avere: l’estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più t’aspetta al varco nei luoghi estranei e non posseduti”. Italo Calvino “Le città invisibili”.

Come avrete capito, mi piace andare a zonzo per l’Italia ed uno dei posti che mi affascinano ultimamente è il Delta del Po. Suggerisco a tutti una visita, è una zona piena di fascino. Asse portante della viabilità dell’area in questione è l’affascinante e famigerata Strada Statale 309 conosciuta anche come Romea.

È affascinante perché gran parte dei suoi 126 chilometri tra Ravenna e Marghera (VE), attraversano paesaggi lagunari e boschi di rara bellezza. È famigerata perché è una delle strade statali più pericolose per il gran numero di incidenti causati dall’affollamento di camion e dall’alta velocità degli automobilisti oltre che dalla nebbia invernale. Fortunatamente ci sono gli ottimi servizi offerti dalle Autolinee della provincia di Ferrara: la ACFT. Molto diretto il sito internet, chiaro anche nella sua parte relativa al servizio extraurbano che interessa a noi.

Tanti ottimi collegamenti tra il capoluogo di provincia e la costa adriatica. Segnalo la Linea 1800/1900 che collega Ferrara con Comacchio, Portogaribaldi ed i Lidi Comacchiesi. Poi ci sono le linee extraurbane che “sconfinano” nella provincia di Bologna o in quella di Modena; forse non tutti sanno che la ACFT ha un ottimo collegamento tra Bologna e Ferrara (durante il periodo estivo, la corsa è gestita dalla consociata ATC di Bologna), 65 minuti lungo l’ultima parte della Strada Statale 64, la Porrettana, cioè la Pistoia – Ferrara.

Poi cito l’interessante corsa 4000: Ferrara – Cento – Crevalcore – Modena. Ma l’autolinea che mi accoglie quando ho voglia di andare sul Delta è la 1700, cioè la Ravenna – Portogaribaldi – Comacchi – Codigoro. La linea Rimini – Ravenna, per capirci quella che passa per Cesenatico e per Cervia e che prosegue poi per Ferrara, è uno spasso.

tramonto delta po viaggi decrescenti
Tramonto sul delta del Po
A Ravenna, bisogna uscire dalla stazione ferroviaria e girare a sinistra per raggiungere il sottopassaggio che porta alla stazione degli autobus, esattamente alle spalle della stazione ferroviaria. Il piazzale e le pensiline sono abbastanza confortevoli ed ordinate, anche se, a mio modestissimo parere, una città turistica come Ravenna, dovrebbe curare un po’ di più la sua autostazione. Al parcheggio delle linee ACFT un piccolo cartello sbiadito suggerisce al viaggiatore dove acquistare il biglietto, cioè nella vicina edicola di via Candiano. Il biglietto da Ravenna a Codigoro è di Fascia 61-71 Km H Corsa Semplice Extra Urbana e costa 4.60 euro.Il pullman è già nella sua piazzola di sosta e parte puntuale.

Si esce dal centro città e si imbocca la Strada Romea. I segnali stradali “promettono” che Venezia è a soli 145 Km. Si lascia la Romea all’altezza di Lido Spina e poi si raggiunge Portogaribaldi dove c’è, per chi vuole approfondire, la coincidenza per i Lidi Comacchiesi: Lido Scacchi, Lido Pomposa, S. Giuseppe e Lido Nazioni. La nostra corsa, lasciato Portogaribaldi raggiunge Comacchio e poi Codigoro Centro per fare poi capolinea alla stazione ferroviaria della stessa Codigoro, la degna base di partenza per le esplorazioni del Delta.

Per riprendere la “strada di casa” suggerisco di raggiungere Ferrara col treno. Al momento la linea Ferrara - Codigoro è gestita dalle Ferrovie dell’Emilia Romagna.

Se la biglietteria della piccola stazione di Codigoro è chiusa, cercate il biglietto al tabaccaio o al Generi Alimentari di fronte. Se anche questi esercizi sono chiusi, salite a bordo del treno e dichiarate subito al controllore che non avete il biglietto. Sarà lui ad emetterlo.

Magie di un altro modo di viaggiare.

Articolo tratto da www.decrescitafelice.it

30 Novembre 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
1/12/09 12:56, Federico ha scritto:
Tutto bello. Peccato che la parte piu' bella del Delta del Po (e anche quella meno conosciuta e pubblicizzata) sia quella Veneta in provincia di Rovigo (dove tra le altre cose il Po finisce nel Mare Adriatico con il suo meraviglioso Delta).
La "decrescita" deve passare anche per le zone meno visitate, dove la terra e il mare si fondono senza centri balneari, dove camminare per gli argini del Po allontana lo stress e i pensieri del vivere quotidiano.
Vabbe', vuol dire che la prossima volta l'autore avra' modo di visitare anche il vero Delta del Po!!!
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
La decrescita felice

I segnali sulla necessità di rivedere il parametro della crescita su cui si fondano le società industriali...
Continua...
Adesso Basta

Un lavoro, una carriera manageriale invidiabile già a soli 30 anni, una casa di lusso, la possibilità di...
Continua...
L'Insostenibile Leggerezza dell'Avere

In un passato anche recente molti preannunciarono che il sistema economico e il modello di sviluppo del mondo...
Continua...
La Scommessa della Decrescita

Il termine "decrescita" suona come una scommessa o una provocazione, nonostante la generale consapevolezza...
Continua...
La Felicità Sostenibile

Ii modello economico, sociale e politico dominante sta crollando sotto i colpi della crisi finanziaria...
Continua...
Ritorno al Passato

I giacimenti di petrolio si stanno rapidamente esaurendo. quali saranno le conseguenze di questo accadimento...
Continua...
Decrescita e Migrazioni

Un sistema economico fondato sulla crescita del prodotto interno lordo deve aumentare in continuazione il...
Continua...
Un Programma Politico per la Decrescita

Il movimento per la decrescita felice si propone di mettere in rete le esperienze di persone e gruppi che...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Cohousing a Castel Merlino
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità