Autorecupero e autocostruzione: il nuovo modo di vivere una casa

I nuovi progetti di autocostruzione e autorecupero promossi a Bologna dall’Associazione Temporanea di Scopo, hanno come obiettivo quello di aumentare le opportunità abitative a basso costo ristrutturando alloggi in autorecupero. Partecipare personalmente ai lavori permette di abbattere notevolmente i costi e favorisce i rapporti di buon vicinato per la formazione di condomini solidali.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Laura Vella

casa costruzione uomo
L’uomo abita il mondo, e dunque lo costruisce. Attraverso la costruzione si realizza l’espressione non solo di un singolo soggetto, ma di un’intera società e di una cultura
Abitare. Abitare il luogo e abitare uno spazio. Qual è la differenza tra le diverse posizioni? Il luogo è uno spazio che potrebbe essere definito con “un’anima”, il genius loci, per l’appunto. Per avvicinarsi all’abitare in senso proprio bisogna anzitutto trovare il nesso con il costruire. L’uomo abita il mondo, e dunque lo costruisce. Attraverso la costruzione si realizza l’espressione non solo di un singolo soggetto, ma di un’intera società e di una cultura.

Quando gli interventi urbanistici avvengono in modo partecipato si conciliano le esigenze degli utenti e fruitori con le capacità e l’esperienza del progettista. La progettazione partecipata ha, ovviamente, dei limiti: spesso le richieste degli utenti non sono compatibili con le proposte degli architetti e dei tecnici. Oppure, in altri casi l’architettura vuole essere solo espressione artistica e pertanto sfugge completamente al suo fine primario.

L’architettura è a mio avviso una delle forme artistiche più impattanti ed emozionanti. A tratti può essere grandiosa e spettacolare, può arrivare in modo incisivo e penetrante. Proprio per la sua visibilità e fruibilità da parte dell’utente acquisisce, anche in modo involontario, attenzione. Ciò non nega la possibilità di divenire oggetto artistico racchiuso nella sua dimensione quotidiana.

Le proposte di autocostruzione e autorecupero già attuate in alcune regioni di Italia, ma soprattutto all’estero, hanno dato buoni risultati. Attraverso questo tipo di proposte i costi sono altamente sollevati, gli interventi esterni sono limitati, la forza lavoro è strettamente dei futuri fruitori. È evidente l’aspetto positivo di questa scelta: a livello umano la possibilità di costruire con altri (i futuri vicini di casa), di conoscersi e scambiarsi conoscenze e imparare insieme.

Oltre questo aspetto puramente di socialità, è racchiuso nell’autocostruzione il principio entro il quale una cosa, anzi una casa, che si costruisce con le proprie mani, impiegando tempo e risorse concrete, abbia intrinsecamente un valore aggiunto. Nel guardarla si potrà ritrovare quel rapporto di cura e pazienza che è dell’edificare.

Quel medesimo rapporto che porta l’uomo ad “abitare poeticamente”. Questa frase potrebbe risolvere, con magia e leggerezza, ogni dubbio. Chiedersi se davvero abitiamo poeticamente, se riusciamo a non essere ingannati dalle logiche di mercato, se riusciamo ad avvicinarci ancora con la stessa cautela e premura alle cose, se per esse abbiamo protezione. Mantenere un rapporto con ciò che ci circonda significa abitare consapevolmente.

immobili autorecupero
L'autorecupero di immobili è un progetto che comincia a diffondersi anche in Italia
La consapevolezza data dalla custodia, dalla cura, appunto.

In un contesto come quello bolognese, in cui la richiesta di abitazioni è elevata e ostacolata-riservata a causa dei costi del mercato, in un territorio urbano con un centro storico e una “periferia” che ormai si confondono in un’unica città spalmata fino ai piedi dei colli, si propone un nuovo progetto pilota: autorecupero di immobili del comune.

Otto edifici situati in zone diverse tra loro e non solamente nel centro della città, ma anche verso il verde dei colli, vengono offerte grazie alla sinergia e l’impegno del Comune a dell’ASP per una ristrutturazione partecipata. L’Associazione Temporanea di Scopo, composta da Xenia, Consorzio Abn e ABCittà Società Cooperativa si sono riunite apportando ciascuna la propria esperienza e il proprio contributo al progetto attraverso percorsi di accompagnamento e integrazione dei gruppi, gestione delle risorse, interventi urbanistico-sociali.

L’obiettivo finale è aumentare le opportunità abitative a basso costo ristrutturando alloggi in autorecupero. Partecipare personalmente ai lavori permette di abbattere notevolmente i costi, inoltre favorisce i rapporti di buon vicinato per la formazione di condomini solidali.

Un tale tipo di progetto non solo può essere considerato come buona pratica a livello di integrazione e coinvolgimento dell’utenza, incide positivamente sull’impatto ambientale, in quanto di fronte ad un contesto di saturazione del terreno edificabile, si attua il recupero del già esistente.

autocostruzione casa futuri fruitori
Negli interventi di autocostruzione delle case si conciliano le esigenze degli utenti e fruitori con le capacità e l’esperienza del progettista
Avendo avuto modo di parlare con Marzia Casolari, presidente di Xenia, ho chiarito diversi dubbi che avevo circa il progetto medesimo. Il target a cui è rivolto il bando è anzitutto quello delle giovani coppie e nuclei familiari che hanno un valore ISEE compreso tra i 6.000 e 40.000 euro e un valore ISE tra i 13.000 e 60.000.

Il costo delle opere a carico dell’utente sarà circa di 550 euro al mq, per un monte ore pari a 16 ore settimanali per tutta la durata del cantiere, al termine del quale l’abitazione resterà in concessione gratuita per un periodo di trent’anni, in seguito sarà possibile stipulare un contratto di affitto concordato con il Comune stesso.

I lavori di autorecupero, ad esclusione della messa in sicurezza e dei lavori idraulici, sono tutti effettuati dagli utenti, attraverso la formazione e la direzione di tecnici ed esperti. La struttura degli edifici è composta di moduli assemblabili e montabili separatamente.

Il progetto vorrebbe vedere edifici energeticamente sostenibili, anche in virtù del legame particolare che questo intervento comporta e impatta il luogo. Le utenze interessate a questo piano si sono avvicinate anche per una spiccata sensibilità alle problematicità locali, alla comprensione dello spazio e del territorio.

Questo lega ciascuno di loro ad un determinato contesto che racchiude in sé l’essenza del luogo e dell’essere.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
La Progettazione delle Residenze Bioarchitettoniche

L'obiettivo della biologia architettonica è la progettazione di edifici che soddisfino le esigenze fisiche,...
Continua...
Per una progettazione consapevole

Metodologie e tecniche operative d'avanguardia, problematiche di messa in opera di materiali e componenti,...
Continua...
15 Luglio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
3 lettori hanno commentato questo articolo:
24/8/09 03:52, domenico menchi ha scritto:
Sono anni che cerco di favorire lo sviluppo dei concetti e delle idee che, finalmente, vedo sviluppare. Siamo in ritardo di più di 30 anni. Le avvisaglie di quello che sarebbe successo si potevano vedere già nel 1972 quando si è scatenata la guerra tra arabi ed Israele.
Oltre all'autocostruzione sarebbe importante sviluppare l'autoristrutturazione. Sono disponibile a collaborare.
Domenico Menchi
6/8/09 07:23, xyz ha scritto:
Consiglio a tutti un libro sull'autocostruzione:
"Autocostruzione associata ed assistita in Italia. Progettazione e progetto edilizio di un modello di housing sociale" di Bertoni Massimiliano e Cantini Andrea
Ciao
16/7/09 08:42, KIKI ha scritto:
Bell'articolo, ed interessante a sapere...
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Guida alla Bioedilizia e all'Arredamento Ecologico

Una guida completa con tutti gli indirizzi e le indicazioni pratiche sull'ecologia dell'abitare. Uno...
Continua...
Manuale di Bioedilizia

Perche´ fare una costruzione in Bioedilizia? Come fare una costruzione in Bioedilizia? A queste...
Continua...
Il Libro Completo della bioedilizia

La bioedilizia risponde all'esigenza sempre più diffusa del "costruire sano", a basso impatto ambientale e...
Continua...
Bioedilizia

Questo libro-manuale sulla bioedilizia presenta una serie di problematiche interdisciplinari che riguardano...
Continua...
La casa ecologica

Trattazione di tutti i temi principali dell'abitare sano. Utile per chi voglia trasformare la propria casa in...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Introduzione alla Bioarchitettura e al Feng Shui
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità