Bici e punti della patente: la salita dopo la discesa

Pochi giorni fa il Senato ha varato un disegno di legge che comporterà la sottrazione di punti della patente automobilistica ai ciclisti che non rispettano il codice della strada. Dopo il bike-sharing e il Pony express in bici, ecco che il mezzo di trasporto a due ruote fa qualche passo indietro.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Elisabeth Zoja

Urban Bike Messengers
Urban Bike Messengers, ovvero pony expres in bicicletta!
Ritiro della patente per chi infrange il codice della strada in bici. Può essere questo il risultato estremo del disegno di legge sulla “sicurezza pubblica” varato dal Senato giovedì 2 luglio.

Chiunque, muovendosi in bici, infranga il codice della strada, rischia la perdita di punti o addirittura il ritiro del certificato di idoneità alla guida. Una sanzione accessoria che riguarda soltanto chi possiede la patente di guida. I ciclisti che non hanno mai tenuto in mano un volante, invece, non rischiano niente, se non una multa.

Ma c’è da meravigliarsi se i ciclisti imboccano le strade contromano salendo anche sul marciapiede? In realtà non rispettano le regole di un gioco a cui non possono onestamente partecipare, perché in pratica non sono previsti. Si trovano in bilico tra automobili e pedoni: a volte invadono i diritti di questi ultimi, ma spesso rimangono incastrati tra tubi di scappamento e clacson. Possono scegliere tra maratone con macchine che sfrecciano ai loro lati o passeggiate a suon di campanellino e lamentele sui marciapiedi.

Einstein
Einstein in bicicletta
Nonostante queste difficoltà, la quota di chi fa uso frequente della bici è quasi raddoppiata dal 2002 al 2007: essa rappresenta ormai un mezzo di trasporto per il 23,5% degli italiani (Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti).

Un fenomeno in crescita che sembrava potersi espandere anche grazie a due novità dell’ultimo anno, come il bike-sharing e, persino, il corriere a pedali. Si tratta del Pony express in bicicletta che, già attivo a Londra, Parigi, New York, Sydney e Tokyo, quest’anno è giunto anche in Italia. Questo servizio effettua ritiri e consegne di pacchetti contenenti libri, dvd, orologi, chiavi, medicinali per studi professionali, negozi o privati. Tempi e prezzi degli Urban Bike Messengers sono uguali a quelli dei Pony express motorizzati, ma senza l’inquinamento acustico e atmosferico.

Anche se nel traffico delle città non si notano molto, gli Urban Bike Messengers sono ormai tanti e i suoi ideatori si dicono soddisfatti.

Maiale in bicicletta
Fiab, Legambiente e WWF unite in favore della bicicletta
Trattandosi di un lavoro nuovo e semplice da svolgere, in molti hanno colto l’occasione per sottrarsi alla crisi. Il sistema ha quindi preso piede non solo a Milano e a Roma, ma anche in città più piccole come Lugano.

Dunque, per la bici come mezzo di trasporto in Italia è un continuo saliscendi. Alle lente conquiste segue qualche sconfitta. È vero che di ciclisti contromano e sui marciapiedi se ne vedono tanti, ma il traffico e la mancanza di piste ciclabili non lasciano molte alternative.

A Milano, ad esempio, nonostante il bike-sharing, il Pony express in bici e le restrizioni nella zona ecopass, il mezzo largamente dominante rimane la macchina. Come afferma Roberto Peia, uno degli ideatori di Pony express in bici: “Milano è piatta e piccola, l’ideale per muoversi in bicicletta, se non fosse per le auto”.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
What's your country?

Dalla liguria alla grecia, dalla turchia all'iran, dal pakistan all'india, dalla thailandia al laos, dal...
Continua...
Bicicletta solare

Il ciclista pedalerà fintanto che sarà illuminato dal sole o da una lampada alogena da tavolo. la bicicletta...
Continua...
Vacanze in bicicletta

La prima guida italiana dedicata agli appassionati della bicicletta di ogni età e preparazione, dai...
Continua...
Manuale della Bicicletta

Il mezzo di trasporto più amato al mondo: come mantenerlo efficiente con l'aiuto di foto dettagliate, box e...
Continua...
13 Luglio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
15/7/09 03:25, trofia ha scritto:
Che vergogna. Senato = manipolo di criminali patentati .. cominciamo a toglierla a loro la patente!

Sicurezza Pubblica? Ma se davvero sta gente ha a cuore la sicurezza pubblica che comincino a creare delle piste ciclabili, riducano i mezzi inquinanti a partire da quelli pubblici ... aumentare i controlli su automobilisti e motociclisti indisciplinati e 'pericolosi' ... insomma ce ne sono parecchie di cose da fare, sicuramente non togliere punti a ciclisti che eroicamente credono in un sistema di trasporto pulitito e sano e quotidianamente cercano di metterlo in pratica a rischio innanzi tutto della loro pelle e della loro salute!

'Signori' Senatori, finitela di fare i buffoni e di prendere in giro i cittadini!

Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
EBooks - Il Futuro dei Trasporti

Anteprima ebook L'inevitabile esaurimento dei combustibili fossili impone una nuova pianificazione nei...
Continua...
Manuale di Sopravvivenza alla Fine del Petrolio

Un'approfondita riflessione e un manuale ricco di suggerimenti e proposte concrete per modificare il...
Continua...
What's your country?

Dalla Liguria alla Grecia, dalla Turchia all'Iran, dal Pakistan all'India, dalla Thailandia al Laos, dal...
Continua...
Economia all'Idrogeno

Nonostante molti siano convinti che esista petrolio a sufficienza per il fabbisogno dei prossimi...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità