Legambiente

Il senato approva il ddl sviluppo sul nucleare


CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

Scajola
Secondo il Ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola "molti comuni italiani hanno già manifestato la loro disponibilita' ad accogliere le nuove centrali nucleari"
“Con grande soddisfazione questo governo oggi plaude a se stesso per aver raggiunto un antico obiettivo: tornare alla preistoria energetica e spendere soldi in grandiose e fragili cattedrali per la produzione di energia nucleare di terza generazione”. Proprio quella tecnologia che Barak Obama si è rifiutato di finanziare perché inquinante e insicura.

“Il G8 de L’Aquila – ha dichiarato Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente - sarebbe dovuto servire a mettere a confronto le politiche energetiche internazionali e a far comprendere ai nostri governanti che continuare a spingere per la realizzazione di reattori nucleari è un atto insensato e contrario ad ogni logica anche economica”.

Ma non è solo il governo americano a frenare la diffusione dell’atomo. Addirittura il cancelliere tedesco Angela Merkel, ha dichiarato di non volere nuovi impianti nucleari in Germania specificando che la produzione attuale può essere considerata solo un mezzo in attesa di una idonea ed efficiente diffusione di tecnologie rinnovabili.

“Tutte le economie più avanzate – conclude Ciafani – hanno scelto di investire in fonti rinnovabili ed energia pulita per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti, ma anche per risolvere i problemi della sicurezza e dello smaltimento delle scorie oltre che dell’approvvigionamento della materia prima (scarsa e costosa!) necessaria alla fissione, ma tutto ciò non sembra riguardare il nostro Paese, dove nonostante la grande opportunità occupazionale e tecnologica offerta dalla diffusione delle rinnovabili, si continua a pontificare di mega opere senza senso”.

8 Luglio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Un lettore ha commentato questo articolo:
9/7/09 15:24, ANONIMO ha scritto:
UN'ALTRO POZZO DI MILIARDI DI EURO REGALATI ALLA MAFIA.
CAORSO INSEGNA, GLI ITALIANI NON VOGLIO IL NUCLEARE. MILIARDI PER COSTRUIRLA, MILIARDI AI FRANCESI, PER DISFARLA
IN VETRINA
A partire da quest'estate, molte località italiane diventano balneabili "per decreto". In altre parole interi tratti di costa vengono dichiarati balneabili, non perché meno inquinati, ma solo perché è cambiata la legge. Legambiente denuncia la questione come un passo indietro in tema di depurazione, che lascia un deficit imbarazzante ad uno dei Paesi più industrializzati al mondo.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità