I cittadini extracomunitari faranno la differenza

A partire dal 1 luglio una bella iniziativa nella zona di Treviso: ai residenti extracomunitari verrà distribuito un manuale per la corretta raccolta differenziata scritto in 12 lingue. Speriamo sia utile e sia di esempio anche per gli italiani di molti altri comuni...

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Claudia Pecoraro

cassonetti raccolta differenziata
Da oggi ai residenti extracomunitari di Treviso verrà distribuito un manuale per la corretta raccolta differenziata scritto in 12 lingue
“Anch’io Faccio la differenza!”, questo il titolo del manuale, realizzato dall’azienda Servizi Ambientali Veneto Nord Orientale, per la campagna informativa dedicata proprio ai nuovi cittadini stranieri e destinata ai 35 Comuni della provincia di Treviso.

In questo territorio sono stati censiti più di 30.000 utenti extracomunitari domiciliati, di cui circa 11.000 famiglie residenti e 4500 minori in età scolare. Una simile iniziativa, pertanto, oltre ad essere indispensabile dal punto di vista civico ed ecologico, sembrerebbe destinata ad avere un impatto importante anche dal punto di vista dell’integrazione sociale.

Nella provincia di Treviso, infatti, la presenza di numerose etnie è spesso vissuta come un problema più che una ricchezza in sé, e ha dato in passato adito ad inaccettabili ed ingiustificati episodi di intolleranza.

Il progetto “Anch’io faccio la differenza!” si propone naturalmente di aggirare quello che di consueto è il primo ostacolo all’integrazione, la lingua, per raggiungere i cittadini da poco insediati in Italia e le categorie che, per età o ragioni culturali, più lentamente riescono a dominare l’italiano.

Il manuale, che prevede accanto ai testi in lingua straniera la traduzione in italiano, contiene una descrizione dettagliata di tutte le tipologie di rifiuti, corredata da foto e disegni, ed è completato da schede contenenti tutte le caratteristiche e le istruzioni sul servizio di raccolta rifiuti di ciascun Comune.

A completamento della già lodevole iniziativa, per coinvolgere ulteriormente i cittadini e dare indicazioni utili su come differenziare, è stato anche ideato un progetto di grande valenza sociale, chiamato “Se fai bene ti premio, se fai male ti insegno” che si concluderà con l’assegnazione di tanti premi di eco-design, naturalmente riciclati al 100%!

Il progetto prevede il coinvolgimento di 5 cittadini di origine straniera, che opportunamente formati, faranno da “sentinelle” e avranno il compito di consegnare materiale informativo a chi fa una cattiva raccolta differenziata e premiare i comportamenti corretti. Ognuno di questi “vigili ecologici” indosserà una divisa realizzata in cotone riciclato in cui è riportato lo slogan della campagna e si muoverà a bordo di riciclette, biciclette ottenute da alluminio riciclato.

È il presidente di SAVNO, Riccardo Szumski, a sottolineare l’importanza della raccolta differenziata nel territorio trevigiano, dove rappresenta una realtà consolidata ormai da diversi anni. Per dirla con le sue parole: «I risultati raggiunti con questa pratica sono talmente eccellenti da divenire modello per altre Regioni d’Italia e per tanti Paesi in Europa. Per questa ragione abbiamo ritenuto doveroso condividere anche con chi arriva da altri paesi del mondo una consuetudine che è divenuta, per noi tutti, motivo di vanto e orgoglio».

Tutta la campagna ruota attorno al tema del riciclo e del riuso, anche attraverso i premi di eco-design o illustrando i vantaggi della sede SAVNO, anch’essa interamente riciclata, per dimostrare che l’obiettivo del differenziare bene i rifiuti ha un significato e uno scopo concreto e non teorico.

Oltre ai nostri concittadini stranieri, siamo convinti che gli abitanti italiani dei 35 Comuni coinvolti saranno lieti di dare una sbirciatina curiosa a questo manuale multilingue e di aver anche loro occasione di imparare qualcosa.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Ecoballe

Napoli, quattordici anni di emergenza. rifiuti a ogni angolo di strada. politici nel mirino. costi alle...
Continua...
EBooks - Lo Stivale di Barabba

L'inevitabile esaurimento dei combustibili fossili impone una nuova pianificazione nei trasporti. nell'arco...
Continua...
Dove lo Butto?

Un libro divertente e ricco di illustrazioni che spiega ai più piccoli come contribuire al benessere...
Continua...
Rifiuti S.p.a.

Rifiuti e smaltimento illecito; spesso si tende a liquidare il problema con una sola parola: ecomafia....
Continua...
Rifiuto Riduco e Riciclo per Vivere Meglio

dall'emergenza rifiuti in campania alla verità sugli impianti di incenerimento. dalla raccolta...
Continua...
 
29 Giugno 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Rifiuto Riduco e Riciclo per Vivere Meglio

Dall'emergenza rifiuti in Campania alla verità sugli impianti di incenerimento. Dalla raccolta...
Continua...
Il Girone delle Polveri Sottili

Frammenti di un filtro chirurgico comunemente installato nella vena cava dei malati di tromboembolia...
Continua...
Smaltire e Riciclare i Rifiuti

Ti sei mai chiesto che cosa succede a quello che buttiamo nella spazzatura e nei cassonetti della raccolta...
Continua...
Ecoballe

Napoli, quattordici anni di emergenza. Rifiuti a ogni angolo di strada. Politici nel mirino. Costi alle...
Continua...
Dove lo Butto?

Un libro divertente e ricco di illustrazioni che spiega ai più piccoli come contribuire al benessere...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
TERRANAUTA TV
Rifiuti: adesso sono risorse
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità