Francia: un week-end in onore della natura

Il fine settimana del 16 e 17 maggio ha avuto luogo la Festa della Natura in tutto il territorio francese. Questo evento annuale riunisce chiunque abbia voglia di scoprire la flora e la fauna che lo circonda. La Fête de la Nature è gratuita, l’unica cosa che chiede è la presa di coscienza del pericolo nel quale si trova la biodiversità (non solo quella francese).

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google

di Elisabeth Zoja

festa della natura
Il 16 e 17 maggio i cittadini francesi hanno riscoperto il paesaggio che li circonda e la fragilità di molte specie viventi
Una passeggiata tra i fiori assaggiando il loro miele, un giro in barca per scoprire pesci e uccelli marini o la mostra fotografica “Grandi paesaggi dei parchi nazionali francesi”. Ecco alcune delle 3.000 attività organizzate lo scorso week-end in occasione della Festa della Natura francese.

Per il terzo anno di seguito un fine settimana di maggio ha onorato l’ambiente naturale. La Fête de la Nature riunisce chiunque abbia voglia di scoprire la flora e la fauna che lo circonda. Gli esperti dei vari ambiti guidano passeggiate per scoprire i segreti dei paesaggi quotidiani. Molti cittadini francesi si accorgono che il parco sotto casa non è affatto banale: vi sono specie di uccelli emblematiche e sconosciute.

Con gli anni la Fête de la Nature è cresciuta molto: “Questa volta abbiamo previsto più di 3.000 animazioni, mentre l’anno scorso erano solo 1.500”, informa Chantal Théolas, delegata generale della Festa. Se il numero di escursioni aumenta, è perché l’evento ha attirato fin troppi interessati: “L’anno scorso siamo stati costretti ad escludere diversa gente da alcune animazioni: dalle passeggiate in montagna, ad esempio, che sono limitate a una ventina di persone”.

Dunque la voglia di conoscere meglio l’habitat naturale c’è e sta crescendo.

bambini
La Festa della Natura attira soprattutto famiglie con bambini
La Festa della Natura cerca di raggiungere un pubblico il più vasto possibile e per questo è stata resa completamente gratuita. In cambio, l’evento che riavvicina l’uomo alla natura, vorrebbe ricevere il sostegno nella protezione di ambiente e biodiversità.

Dopo il giro in barca sopra citato, ad esempio, viene chiesto di firmare la prima Charte Natura 2000 del mare, una petizione per proteggere l’ambiente mediterraneo.

Si cerca dunque di aprire la natura al pubblico senza danneggiarla ma, al contrario, chiedendo che venga riconosciuta la sua delicatezza.

Nessun veicolo rumoroso o inquinante è permesso: le escursioni vengono fatte a piedi, in bici o barca a remi. Rispettando l’ambiente circostante si possono inoltre scoprire molte più specie che invadendolo in modi e momenti inadeguati. Per il bosco Verneuil-sur-Seine a nord-ovest di Parigi, ad esempio, è prevista una passeggiata notturna, poiché le farfalle che vi abitano non si mostrano di giorno.

uccello
Molti uccelli sono attualmente a rischio di estinzione
Il tema principale della Festa è la fragilità della natura. Le escursioni si concentrano quindi sulle specie a rischio, principalmente specie di uccelli. Un’iniziazione all’ascolto del loro canto è stata organizzata dagli ornitologi della riserva naturale di Saint-Quentin-en-Yvelines, ad una trentina di chilometri da Parigi.

La Festa della Natura francese attira quindi l’attenzione sulle specie a rischio di estinzione, un problema non esclusivamente francese. Un esempio? Sulla lista rossa dell’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura vi sono 192 specie di uccelli “a rischio critico di estinzione” (il più alto grado di minaccia). Se si considerano invece gli uccelli a rischio di estinzione più o meno grave, il numero raggiunge 1.227 specie.

PER SAPERNE DI PIU' SULL'ARGOMENTO
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... Proteggere la Terra non...
Continua...
La Misteriosa Fine dei Dinosauri

L'enigma dell'estinzione della specie. Le specie possono sparire? Quali teorie ha elaborato la scienza per...
Continua...
19 Maggio 2009 - Scrivi un commento
Ti è piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Il Mondo Secondo Monsanto - DVD

Un film-indagine che ci porta a riflettere sulle basi etiche della nostra società dei consumi: trasparente,...
Continua...
Guida alla Sopravvivenza

Secondo la prospettiva olistica la terra costituisce un grande organismo di cui fa parte anche l'uomo, il...
Continua...
La Prossima era Glaciale

65 milioni di anni fa, i dinosauri vennero spazzati via dalla faccia della terra da qualcosa di terrificante...
Continua...
Geopolitica dell'Acqua

L'acqua è alla base della vita del pianeta. è, dunque, un bene comune o un bene economico? l'acqua è la...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una "ecologia di superficie" che...
Continua...
Cosa Mangia il Pollo che Mangi

Che cosa ha mangiato il pollo che stiamoper gustare in punta di forchetta?come sono stati coltivati i fagioli...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
TERRANAUTA TV
Alex Zanotelli e la privatizzazione dell'acqua
Altri video su TERRANAUTA TV...
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilità e socialità